Santini: “L’Amministrazione chiarisca la vicenda dei 26 pakistani”

0
VIAREGGIO – “L’amministrazione comunale di Viareggio avrebbe deciso di procedere con un bando pubblico per l’accoglienza dei 26 cittadini pakistani inizialmente “affidati” alla pensione Andrea Doria di Torre del Lago Puccini: quindi, per scegliere quella pensione, non c’è stato alcun bando. Quindi, nessun altro albergatore o gestore di strutture ricettive a Viareggio o Torre del Lago Puccini è stato ufficialmente interpellato per ospitare tutti o alcuni di questi profughi. Per quale motivo? E la Prefettura di Lucca ne è al corrente?” La nota stampa che riportiamo integralmente arriva da Alessandro Santini di Forza Italia: “E’ normale che una questione di ordine internazionale come l’accoglienza di profughi sia gestita quasi privatamente dal Comune e da un cittadino? Perché non c’è stato un coinvolgimento della popolazione, come quando Del Ghingaro e i suoi candidati andavano per piazze a cercare voti e consenso? Perché l’informazione sull’arrivo di queste persone è stata così frettolosa e sommaria?  Se davvero le cose fossero state fatte perbene, il titolare della pensione non avrebbe dovuto dichiararsi immediatamente pronto a rinunciare; invece l’ha fatto, segno che forse in questa faccenda c’è qualcosa di non detto e sarebbe il caso che l’amministrazione comunale chiarisse ufficialmente la sua posizione, perché questo silenzio è tanto imbarazzante quanto eloquente. Come imbarazzante è stato tirare in ballo, impropriamente, la Croce Verde: dalla presidente Carla Vivoli ho ricevuto personalmente la conferma che l’associazione, impegnata in percorsi di inserimento e accoglienza, non ha niente a che fare con il progetto “Andrea Doria”. Che è un pasticcio vergognoso, sulla pelle di viareggini e torrelaghesi ma anche di quei 26 disgraziati che, ora, non sanno dove andare”.

No comments

*