Santini: “Ma davvero Betti crede che la stagione turistica di Viareggio vada bene?”

0

VIAREGGIO -“Il nostro turismo non va così male”, questo afferma il Sindaco Betti.

“Forse parlando di una città turistica della costa adriatica o della Sardegna o forse dopo il suo viaggio in Cina o addirittura parla di Marte – controbatte Alessandro Santini.

“Ma davvero Betti crede che la stagione turistica di Viareggio vada bene?  – prosegue nella lunga nota stampa il politico di Forza Italia -: “Davvero Betti e’ così credulone e così distante dalla realtà dei fatti? Ma da quanto tempo Betti e il suo Assessore al Turismo non girano per le strade di Viareggio, da quanto tempo non entrano nelle attività della loro città, ma quando è stata l’ultima volta che Betti ha parlato con i rappresentanti delle categorie turistiche?
Ma davvero gli operatori turistici hanno detto a Betti che la stagione va bene e ci sono più turisti? Se così fosse chiedo immediatamente le dimissioni dei presidenti di categoria: perché quanto dichiarato da Betti e dall’ Assessore al Turismo e’ falso. Betti e Strambi non sanno leggere i dati e le informazioni che gli hanno fornito e ci sono cascati come pere cotte, ed hanno annunciato trionfalmente ed ingenuamente che i turisti sono aumentati.
Pensate voi in che mani siamo: caro Betti, come al solito sbagli su tutta la linea. I dati che ti hanno fornito vanno saputi leggere ed interpretare: i turisti non sono aumentati, anzi. Sono solo aumentati coloro che pagano la Tassa di Soggiorno! Esatto! Proprio così: mentre con la Giunta Lunardini si chiedeva la riscossione da 18 anni in su, con il Commissario Mannino l’età e’ stata abbassata a 12 anni, quindi aumentato il numero dei contribuenti ma le famiglie presenti sono sempre le stesse se non diminuite. Abbassando l’età e’ più che logico e normale che il gettito della Tassa di Soggiorno aumenti.
Se poi Betti vuole abbassare l’età  ulteriormente facendo pagare anche i neonati, il gettito aumenterà ancora, ma Betti non potrà ma dire che sono aumentati i turisti a Viareggio ma solo i contribuenti. La Tassa poi ha colpito anche il Turismo studentesco: Viareggio fa un lavoro discreto con il turismo scolastico ( tedeschi ed olandesi in particolare ) tutti intorno ai 15/16/17 anni, con pullman da 50 posti in media, che prima non pagavano la Tassa di Soggiorno, ma oggi si! Abbassando la soglia d’età anche in questo caso e’ aumentato il gettito e non il numero delle presenze. Betti, come Strambi non conosce la materia e si vede: la presenza dei gruppi di Turismo Scolastico soggiornano in media 4/5 giorni al massimo.
Percentualmente sono presenti per un 30% in giugno e luglio e per un 70% in settembre e non sono legati assolutamente al Turismo Balneare. Vengono qui per visitare la Toscana, poi e’ chiaro che quando rientrano nel tardo pomeriggio dalle escursioni fatte a Firenze, Pisa e Lucca vanno anche a farsi un tuffo al mare”.

“Betti – conclude Santini – non c e’ nulla di trionfale nei dati che hai ricevuto.  Con la metà delle presenze, hanno sì raddoppiato l’introito della Tassa di Soggiorno, perché, per esempio, prima una famiglia media composta da due adulti e due bambini ( tra i 13 e i 16 anni ) pagavano solo due tasse di soggiorno, mentre oggi la pagano tutti e quattro. Senza pensare che nel 2012, Lunardini introdusse la Tassa solo il 30 luglio, praticamente quasi a stagione finita. Quindi non è paragonabile affatto il 2012 col 2013, figuriamoci se potrà essere fatto col 2014. Betti studia di più che è meglio per tutti ma soprattutto per te”.

No comments

*