“Una scelta in Comune”: sono 260 i cittadini di Seravezza che hanno aderito al progetto di donare organi e tessuti

0

SERAVEZZA – Forte sensibilità da parte dei cittadini di Seravezza sul tema della donazione di organi. È ciò che emerge da un primo monitoraggio del progetto “Una scelta in comune” che permette ai cittadini di esprimersi sulla donazione di organi e tessuti e di farlo annotare sul documento di identità. Sono infatti più di 260 i residenti a Seravezza che hanno dichiarato, firmando un semplice modulo presso l’Ufficio Anagrafe, il loro consenso alla donazione.

Il Comune di Seravezza è stato il primo in Versilia, con Camaiore, ad aderire a questo programma, introducendo il nuovo servizio in via sperimentale nell’aprile 2016 e confermandolo poi a luglio con un Protocollo d’Intesa con la Provincia di Lucca e l’AIDO. L’accordo ha peraltro introdotto un’importante novità: se nella fase sperimentale il cittadino poteva richiedere l’annotazione del consenso sulla carta d’identità solo al momento del rilascio o del rinnovo della stessa, dal mese di luglio in poi è stato possibile esprimere la volontà alla donazione in qualsiasi momento, semplicemente recandosi all’anagrafe.

Il consigliere incaricato ai servizi demografici Sabrina Verona commenta con soddisfazione questi primi risultati del progetto: «Grazie all’accreditamento presso il CNT, Centro Nazionale Trapianti, e dopo la campagna di presentazione e informazione che il Comune ha predisposto in collaborazione con l’AIDO, il servizio in meno di un anno ha raccolto molti consensi e risulta attivo ed efficiente grazie alla preparazione degli addetti del nostro ufficio anagrafe. Questi primi esiti confermano che condivisione, altruismo e disponibilità sono valori presenti e radicati anella nostra comunità e questo ci fa veramente onore. L’Amministrazione intende continuare a promuovere il progetto, ampliando sempre più il numero degli aderenti».

No comments

*