Scompare lo storico direttore dell’Oratorio, cordoglio a Pietrasanta

0

PIETRASANTA – E’ stato lo storico direttore dell’Oratorio di Pietrasanta favorendo a partire dagli anni ’50 lo sviluppo dell’oratorio salesiano di via della Rocca come punto di aggregazione giovanile, organizzando molteplici attività e riuscendo a trasmettere, con la parola e con l’esempio, ai ragazzi che frequentavano l’oratorio insegnamenti di rettitudine, umiltà, disponibilità verso gli altri, comprensione e vicinanza nei momenti di difficoltà. E’ stato direttore della Casa Salesiana di Genova – Quarto dal 1998 al 2000, parroco della parrocchia degli Angeli Custodi fino al 2015 e Presidente del Cnos-Fap Liguria-Toscana fino al 2016. Aveva 85 anni di cui 59 di sacerdozio. Purtroppo non ha fatto in tempo a ricevere la cittadinanza onoraria che il consiglio comunale di Pietrasanta, su proposta del consigliere Paola Brizzolari, era pronto a consegnarli ma per ragioni di salute non era stato possibile completare l’iter. La proposta all’ordine del giorno lo scorso ottobre era stata ritirata a causa dell’impossibilità di Don Aldobrando Bargioni di partecipare. A darne notizia è stato il confratello Giancarlo Maiani addolorato per la perdita di una così importante ed amata figura. Don Aldo Bargioni ha trascorso l’ultimo anno di vita in una struttura ecclesiale di Genova dove si è spento serenamente circondato dall’amore dei suoi confratelli. “Don Aldo è stato uno di quei personaggi che ha lasciato il segno nella nostra comunità e nell’educazione di tantissimi pietrasantini, soprattutto nei giovani. – ha commentato il Sindaco, Massimo Mallegni – Ha vissuto seguendo il carisma di Don Bosco. Il suo impegno era ammirevole soprattutto con i giovani. A nome di tutta la nostra comunità le più sincere condoglianze”. Molto legata a Don Aldobrando Bargioni era il consigliere delegato alla cultura, Paola Brizzolari che propose la cittadinanza onoraria: “ha lasciato dentro di me una impressione così profonda che credo che non potrà mai essere dimenticata. Ho avuto la fortuna di portargli il saluto dell’amministrazione comunale in occasione di un incontro nel Chiostro, un Chiostro gremito: lì ho visto il maestro di vita che è stato per tanti uomini e donne. Pietrasanta è in lutto perché ha perso una colonna dell’educazione alla vita cristiana. E’ stato un precettore di altri tempi pur essendo già modernissimo. Ha speso la sua vita per gli altri. Non ha avuto l’onorificenza pubblica ma lui apparteneva a questa comunità come la nostra comunità gli apparteneva”.

No comments

*