“SCultura per Camaiore”, approvato il regolamento comunale

0

CAMAIORE – E’ stato approvato all’unanimità, nella seduta del Consiglio Comunale del 30 settembre 2014, il regolamento per l’esposizione di sculture sul territorio, rinominato “SCultura per Camaiore”. La prima sperimentazione ha riguardato le copie artistiche dei Bronzi di Riace, posizionate nello spazio antistante il pontile di Lido di Camaiore, iniziativa prorogata fino a fine ottobre visto l’apprezzamento di turisti e cittadini.

Il regolamento individua diverse macroaree in cui sarà possibile installare le opere: Camaiore (piazza San Bernardino, piazza Diaz, piazza Francigena, piazza XXIX maggio, via Vittorio Emanuele, piazza Papa Giovanni XXIII, piazza Romboni), Capezzano (piazza Romboni, via Pardini, piazza degli Alpini), Lido di Camaiore (viale Europa, piazza Lemmetti, piazza Principe Umberto, piazza Castracani, via Gigliotti, via Santa Caterina, via della Chiesa), Monteggiori (piazza degli Artisti), Pedona (piazza della Chiesa) e presso le piazze e le aree pubbliche nella zona delle Seimiglia. La durata dell’installazione è fissata da un minimo di 30 a un massimo di 60 giorni.

Gli artisti potranno presentare la propria proposta al Comune di Camaiore, compilando il modulo scaricabile dalla pagina Cultura del sito istituzionale entro e non oltre il 31 ottobre di ogni anno. Sulla stessa pagina è reperibile anche il regolamento completo.

La selezione delle proposte sarà operata da una Commisione artistica, senza gettone o rimborso, composta da Sindaco, un funzionario del servizio Cultura, Sport e Turismo e un esperto nominato dalla Giunta Comunale. Il Comune di Camaiore non è responsabile dei danni subiti dall’opera o che la stessa dovesse provocare a terzi anche per violazione di diritti. Tutte le operazioni, dalla realizzazione all’installazione fino alla rimozione, sono a carico del proponente. Lo stesso dovrà stipulare adeguata copertura assicurativa.Non sono ammesse opere che inneggino al nazi-fascismo o altri tipi di totalitarismo, alla discriminazione, alla violenza, alla guerra, all’eversione né di sculture che offendano i valori fondanti della Costituzione Italiana.

No comments

*