Scuola a pezzi, la denuncia di Coluccini: “Filtri sporchi e pavimento deteriorato”

0

MASSAROSA – “In data 27/01/2015 ho svolto visita-sopralluogo presso il plesso scolastico Aldo Moro s. primaria e s. dell’infanzia di Piano di Mommio, da dove ho potuto riscontrare le potenziali gravi carenze e problematiche che mi impongono a coscienza di non adoperare i tradizionali strumenti quali interpellanze e mozioni ma di procedere con una meno rituale ma più veloce informativa urgente”. La denuncia porta la firma del capogruppo di Civica Massarosa Alberto Coluccini.

“Le potenziali problematiche anche gravi individuate sono:

1) I filtri dei termoconvettori, per altro palesemente vetusti ed in taluni casi anomalmente rumorosi, sono nella quasi totalità otturati, pieni di polvere e “laniglia”, in alcuni casi si intravedono addirittura coriandoli, a meno di una settimana dall’inizio del prossimo carnevale e non è, almeno a vista, detto che siano risalenti all’ultimo trascorso. Ricordo l’importanza di una corretta e costante periodica manutenzione dei filtri per la salute.
2) Il pavimento del plesso in quasi totalità composto da linoleum è in alcuni punti rotto con strappi, quadrotte parzialmente scollate ed in certi casi con pezzi completamente mancanti. Si precisa che alcune pezze scollate e rotte e quindi sopraelevate sono proprio nei punti di maggior passaggio rappresentando un serio ostacolo con rischio di caduta per personale, docenti e studenti. Inoltre nelle parti sollevate o mancati non è escludibile per similitudine a casi analoghi già riscontrati (vedi plesso di Stiava) la presenza di materiale contenente fibre di amianto, uno dei più potenti cancerogeni conosciuto.
3) Il sistema di filtraggio dell’acqua potabile e le cisterne di stoccaggio della stessa sono poste nello scantinato sotto il plesso, un locale tanto ampio quanto buio, con pochi neon precari e penzoloni, dove vi è di tutto, oltre più fervida immaginazione, accantonato alla rinfusa, salvo il pavimento in ogni sua forma conosciuta, sostituito dal “grezzo” ed almeno 3 centimetri di polvere omogenea, più frammenti e cocci vari. Le stesse apparecchiature preposte al filtraggio e stoccaggio per il progetto “dell’acqua in brocca” con anche punti botole ispezione e manutenzione, carico prodotti di consumo per filtraggio sono abbondantemente ricoperti da polvere ed addirittura pezzi di calcinaccio, pur non essendo un tecnico ne volendo sostituirmi a tale figura, mi risulta impossibile concepire come sia possibile non contaminare l’acqua anche proprio durante la manutenzione o la ricarica dei prodotti di consumo per il filtraggio.
4) Si evidenziano ulteriori chiare ed evidenti problematiche aggiuntive, come giardino primaria composto da sassi-ciottoli che lo rendono difficilmente fruibile, sportelli utenze mancanti, ecc.

Si richiede:
1) Rapido sopralluogo di funzionari-tecnici per verifica di quanto sopra evidenziato, con mia fin da adesso esplicita richiesta di presenza allo stesso.
2) Opportuna ed adeguata risoluzione anche con procedure di urgenza delle problematiche comportanti pericolosità immediata, se comprovata dai tecnici, con richiesta di informativa delle criticità riscontrate, soluzioni individuate e cronoprogramma.
3) Informativa con l’analisi e l’individuazione delle soluzioni ai vari problemi non di pericolo immediato, con stima dei costi affinché possa formulare proposta di stanziare le risorse nel prossimo bilancio previsionale e chiedere l’inserimento nel prossimo programma delle opere pubbliche, da sottoporre all’approvazione del Consiglio Comunale”.

No comments

*

Pisalanche, count down alla partenza

VIAREGGIO – Meno tre, due, uno, partenza! Il ritorno gradito è quello della Festa di primavera e delle Pisalanche che torna a risvegliare dal torpore ...