“Se è questa la strada scelta, la fine di Viareggio non è lontana”

0

VIAREGGIO – “La  considerazione  che il Vicesindaco riserva alle  categorie economiche della  città, al di là delle frasi e delle scuse di circostanza, è ben espressa dalla cronaca dei fatti accaduti mercoledì scorso, ennesima giornata che abbiamo perso in comune”.

La nota stampa, che riportiamo integrale, è a firma di Ascom, Federalberghi Viareggio: “Nessuno sapeva niente, nel palazzo, del “tavolo strategico” con le categorie economiche, nonostante l’incontro fosse stato convocato dalla stessa segreteria del vicesindaco. Come albergatori, balneari e commercianti di Viareggio, eravamo in comune per discutere ‐ e magari tentare di risolvere ‐  alcuni tra i problemi che soffocano le attività del commercio e del turismo di Viareggio: le verande in passeggiata, i lavori pubblici, il regolamento della musica, le problematiche demaniali e della stagione balneare, il piano del commercio, i parcheggi, i canoni e le tariffe comunali, e altri. Il vicesindaco ci ha informato di un errore di convocazione e ha preferito annullare l’incontro e rimandarlo a data da destinarsi, pur intrattenendosi a parlare, appartandosi nel suo ufficio, solo con pochi intimi. Ciò nonostante le categorie economiche qui rappresentate mantengono l’impegno a partecipare al tavolo strategico, se condotto con managerialità e convinzione, capace di produrre importanti decisioni utili alla città. In caso contrario è meglio rinunciare a inutili rituali e perdite di tempo, ma se questa è la strada che ha scelto il comune, purtroppo la fine di questa città non è lontana2.

No comments

*