Sea Ambiente e Sea Risorse, approvata la bozza di transizione

0

CAMAIORE – Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la bozza di transizione tra il Comune di Camaiore, Sea Ambiente e Sea Risorse. L’ente aveva contestato al gestore inadempienze contrattuali per circa 2 milioni di euro. Le principali oggetto di verifica sono state la mancanza di isole ecologiche in tutte le frazioni, le inadempienze nei capitoli riguardanti lo spazzamento, il ritiro degli sfalci del verde, il ritiro degli oli esausti, la pulizia dei cassonetti e la più cospicua riguardante la mancata apertura del Centro di Raccolta di via Duccini, il cui terreno è stato da poco permutato con un altro dell’azienda – nella zona di via del Termine – più adatto al progetto.
L’accordo si articola in diversi punti:
– il riconoscimento del Piano Tecnico Economico 2015 da parte del gestore con il conseguente ritiro del ricorso al Tar da cui deriva un risparmio per le casse comunali di circa 700.000,00 €;
– l’accordo sul Piano Tecnico Economico 2016 che vedrà ulteriori servizi a un costo di circa trecentomila euro inferiore rispetto a quello ottenibile in una contrattazione al di fuori dell’accordo transattivo;
– l’impegno dell’Amministrazione a estendere la raccolta differenziata porta a porta. Va sottolineato che non si tratta di una misura che presuppone un costo maggiore perché rimangono da stabilire le modalità temporali e organizzative di questa estensione e comunque l’investimento è un obbligo legato alla necessità di raggiungere la soglia del 65% di rifiuto differenziato per evitare le sanzioni connesse.
“I dati che abbiamo a circa due mesi dall’estensione del servizio indicano il superamento della soglia del 65% di rifiuto differenziato nella zona di “Camaiore centro” coperta dal servizio di raccolta porta a porta e di una diminuzione del 15% dell’indifferenziato comunale. Ringraziamo i cittadini perché hanno modificato le loro abitudini per il bene della collettività. Un successo che però non ci deve far mollare la presa verso il raggiungimento di questo obiettivo su tutto il territorio comunale per cui sono necessari ulteriori investimenti che attivino il circolo virtuoso dei rifiuti. L’accordo transattivo ci permette di farli in modo sostenibile. E’ il punto di arrivo di un lavoro promosso da questa Amministrazione, iniziato con l’Assessore all’Ambiente Davide Dalle Mura, e proseguito con Marcello Pierucci, a cui hanno dato un contributo fondamentale l’Assessore alle Partecipate Simone Leo, Massimiliano Strata e tutto il personale dell’Ufficio Ambiente”, il commento del Sindaco Del Dotto.

No comments

*