Sel: “E’ doveroso assumersi le responsabilità”

0

VIAREGGIO – “Dopo più di una settimana dall’uscita del nostro comunicato sulla gravissima situazione politico finanziaria della città non abbiamo ancora ricevuto nessuna risposta formale. Le nostre richieste rivolte al Sindaco erano chiare: chiedevamo l’azzeramento dell’attuale giunta e di crearne un’altra formata da personalità di alto valore che potessero avere l’appoggio di una maggioranza più ampia del consiglio comunale rispetto a quella attuale e che riscuotesse una maggiore fiducia da parte della cittadinanza, per poter porre in atto un piano di risanamento adeguato alle esigenze della città”.

Inizia con queste parole la nota stampa di Sel che pubblichiamo integralmente:

“A riguardo abbiamo avuto un incontro molto insoddisfacente col sindaco che però, come gli abbiamo già detto in quest’occasione, non ci può bastare come risposta: è necessario che quest’ultimo si assuma tutte le responsabilità che gli competono davanti alla città e sostenga pubblicamente le motivazioni  per cui egli non ritiene né plausibile né fattibile la nostra proposta. I punti programmatici con i quali ci siamo presentati al colloquio hanno avuto verbalmente risposte positive di fattibilità, ma, ne siamo convinti, se non saranno sostenuti da una nuova squadra forte, autorevole e decisa nel portarli avanti non potranno avere un esito positivo.

Non abbiamo avuto risposta pubblica neppure dalle  forze che compongono attualmente la maggioranza né dalle altre forze di sinistra o di centro dell’opposizione: vista la maggioranza incerta, nonché le enormi difficoltà finanziarie dell’ente e le scelte che dovranno essere assunte per cercare di superarle, questo mutismo ci meraviglia.

Perciò chiediamo a tutti (partiti, liste civiche, movimenti, nonché ovviamente al sindaco stesso) di fornirci una risposta motivata, perché a breve verrà il momento delle scelte difficili e dolorose, e ci pare giusto che ciascuno si assuma di fronte non a noi ma alla città la responsabilità delle proprie posizioni, quali esse siano”.

No comments

*