Sel: “No al cambio di destinazione della ex Caserma dei Carabineri”

0

VIAREGGIO – La lettera del Presidente della Provincia al Comune di Viareggio suona come un allarme  per il rischio che la città perda finanziamenti importanti. Ad affermarlo è Alberto Pardini di Sel in una lunga riflessione che pubblichiamo integralmente:

“Segnala l’urgenza quindi di mettere in sicurezza finanziamenti come quelli regionali per il Teatro di Torre del Lago  e per il Polo tecnologico della Nautica, come quelli della Fondazione Cassa Risparmio di Lucca per edifici scolastici, sportivi e per l’intervento sull’immobile ex INAPLI per la realizzazione di  case per l’emergenza abitativa e di spazi per associazioni e giovani.

Ma tutto questo elenco contiene anche la richiesta , per noi inaccettabile, del cambio di destinazione della ex Caserma dei carabinieri di Via Mazzini. L’Amministrazione Provinciale vuole vendere ai privati per fare case di lusso un edificio situato nel cuore della città dove vivono Scuole e spazi come Biblioteca, Archivio Storico e Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Paolina.

La Provincia intende destinare il ricavato della vendita alla costruzione di un nuovo Liceo Scientifico fuori città, ma tale spostamento romperebbe quell’armonia creata  tra scuola e cultura nel centro di Viareggio per far posto ad un intervento residenziale privato. La necessità di spazi per il Liceo oggi può essere soddisfatta proprio nel luogo dove si trova, e d’altra parte  se tutte le scuole superiori hanno bisogno di interventi, non c’è invece nessun bisogno di un intervento mastodontico per spostarne una.

Il nostro Circolo, SEL Viareggio, è da sempre contrario a questa operazione , che oltretutto presenta ormai, al termine dell’esistenza dell’Amministrazione Provinciale,  contorni molto vaghi ed esiti incerti.

Il Liceo Scientifico si è chiaramente espresso contro lo spostamento e la cittadinanza nel 2013 ha bocciato seccamente tutta l’operazione utile forse solo al mercato immobiliare.

Ci appelliamo al Commissario Prefettizio perché valuti attentamente queste proposte e sappia operare anche in questo caso per il bene della città”.

No comments

*