Senologia al “Versilia”, la parola al dottor Duilio Francesconi

1

LIDO DI CAMAIORE – Ma è vero che l’Ospedale Versilia chiude?”. “Come mai sposteranno la Senologia?”. Queste, e tante altre, sono domande che nelle ultime settimane gli operatori della sanità versiliese si sentono rivolgere nelle più diverse occasioni. Ipotesi, “certezze”, preoccupazioni che si auto alimentano e si diffondono senza nessun controllo, prive di ogni fondamento, in un contesto di forti ed importanti cambiamenti in atto nell’ambito dell’offerta sanitaria della Toscana. Per quanto concerne la Senologia, per saperne di più e per fugare ogni dubbio, abbiamo incontrato il Dottor Duilio Francesconi che dell’importante e qualificato reparto è Direttore dal 2003, Coordinatore del Gruppo Multidisciplinare “Brest Unit” dal 2005 ed al quale è stato affidato l’incarico di coordinatore interaziendale per le strutture di Lucca, Massa Carrara e Versilia.

“E’ in atto una riorganizzazione del servizio per cercare di offrire alle pazienti un percorso personalizzato, nel tentativo di utilizzare al meglio le risorse che abbiamo. Le pazienti della Versilia, comunque, troveranno le stesse condizioni di un anno fa ed una qualità della Senologia Chirurgica, accreditata secondo criteri europei, che il Piano Nazionale Eventi 2015 pone tra le migliori in Toscana ed in Italia. Condizioni e potenzialità che determinano l’aumento delle richieste e qualche appesantimento dei tempi di attesa per esami clinico strutturali che coinvolge le pazienti operate. Nel 2014, infatti, gli interventi sono stati circa 400 con oltre 200 nuovi tumori, con un aumento di circa il 10% rispetto all’anno precedente trend in aumento confermato ormai anche per il 2015. Le operazioni si effettuato in 3/4 giorni della settimana con sedute dedicate al tumore della mammella e tecnologie all’avanguardia – spiega il dottor Duilio Francesconi -: “Risultati raggiunti grazie ad un reparto funzionale, alla collaborazione con Radiologia, Oncologia, Anatomia Patologica ed alla positiva e costruttiva presenza dei Medici di Famiglia. Esperienze e professionalità che confluiranno nella Asl unica che unirà le Aziende di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Versilia, per un servizio ancor più efficacie e pronto a dare una risposta, sempre migliore a tutte le donne del nostro territorio. Nessuna chiusura, quindi. Nessun spostamento o taglio dei servizi, anzi. Lo dimostra, tanto per fare un esempio, l’attivazione, a partire dai prossimi giorni, di uno spazio di Estetica Oncologica, gestito in collaborazione con l’Associazione “Per Te Donna”, che renderà migliore la qualità di vita delle pazienti oncologiche”.

1 comment

Post a new comment

*