“Sequestro camping Paradiso, un danno a tutta l’economia viareggina nel silenzio totale del comune”

0

“Ancora un sequestro ai danni di un campeggio in piena stagione. Un intervento della magistratura che non tiene conto della legge regionale, dei permessi del Parco e del Comune. Comune che in questa vicenda continua nel suo assordante silenzio”. Sono dure la parole di Marco Sbrana, direttore di Confesercenti Toscana Nord, dopo l’intervento di sequestro ai danni del camping Paradiso; sequestro che segue di poche settimane quello al camping “Bosco Verde”. “Evidentemente non bastano i permessi ed i via libera degli enti interessati – aggiunge Sbrana -. Tutto questo, è bene ricordarlo, in presenza di strutture che di fatto sono maxicaravan su ruote e quindi immediatamente rimovibili. Come si fa a parlare di lottizzazione abusiva. Il sequestro preventivo è un atto molto grave che mette in ginocchio una attività. E se poi tutto risultasse in regola, i danni subiti da chi verranno rimborsati”. Il direttore di Confesercenti Toscana Nord insiste. “Il governo del territorio è stato commissariato. Il Comune tace. Abbiamo interessato della vicenda l’assessore regionale visto che la Toscana ha varato un regolamento specifico che consente la possibilità di installare le case mobilia patto che le piazzole e le infrastrutture fisse siano state autorizzate con regolare permesso a costruire (con la relativa autorizzazione paesaggistica). Seguiremo questa vicenda a fianco degli operatori – conclude Marco Sbrana -. Considerando anche che se i sequestri andranno avanti, finiranno anche per creare disparità tra coloro che li subiscono adesso e gli altri magari a stagione conclusa. E tutto questo con un danno economico irreparabile per l’economia viareggina”.

No comments

*