Servetti “scatenata”: “Caro Poletti noi siamo persone oneste e non temiamo indagini, anzi ce le auguriamo”

0

VIAREGGIO – “Sono solita iniziare i miei post con: “ho scelto Viareggio su una cartina e lo rifarei…”, per questo mi appello alle coscienze dei Viareggini, tutti quelli che ho imparato ad apprezzare e che stimo…quelli che mi hanno accolto con affetto e quelli che mi hanno “canzonato” perche’ non dico delafia..non vado sul carro..o non conosco cos’e’ la granata..(!) Quei cittadini che meritano rispetto e rivendicano chiarezza!”

Lo scrive l’assessora Laura Servetti, nonchè avvocato:

“Va bene criticare, meglio “canzonare” il Sindaco Lucchese per le piste ciclabili, perche’ fatte rosse, verdi o blu.. – prosegue -, va bene criticare il Sindaco Lucchese perchè pensa alle fontane ed al pulito..(che vuole dimostrare che, anche senza soldi, si puo’ abbellire la Citta’..). Va bene criticare di togliere l’erba sintetica che tanto bene stava per qualcuno: opinioni! Quello che non accetto è che un esponente di un partito si permetta di insinuare – neanche poi tanto velatamente – che il Sindaco (e quindi noi assessori e quindi i consiglieri) si sarebbe fatto parte attiva per favorire il fallimento??? Si sarebbe violata la legge nel trasformare un’Azienda in una “in house”..affidando dei servizi, avendo l’ardire di salvare 63 dipendenti!!!?? Ma Poletti sa di cosa parla? Potrei chiedere se conosce le procedure fallimentari ma non lo faccio..non scendo al suo livello. Non voglio offendere nessuno. Non mi permetterei mai!”

“Poletti- conclude Servetti con una serie di interrogativi rivolti al capogruppo del Pd: ” Le formulo solo un po’ di domande cui sono certa sapra’ rispondere..non tanto a me, all’amministrazione, di cui sono fiera di far parte, ma a se stesso, alla sua coscienza. Dov’era il suo partito quando non si gestivano correttamente i finanziamenti della Regione e si lasciava incompiuta un’opera come il mercato ittico?, dov’era il Suo partito quando l’amministrazione sottoscriveva un preliminare versando interamente la caparra (una PA che versa una caparra confirmatoria!!) senza poi concludere con la stipula del definitivo..che forse mai si concludera’…
Dov’era il suo partito quando la Viareggio Patrimonio si “dimenticava” di riversare gli incassi dei tributi all’Ente..contribuendo ad ingrandire il buco? Dov’era il suo partito quando non venivano rinnovate le concessioni, perseguiti i morosi e tollerate le occupazioni abusive..? E potrei continuare.. Oggi il suo partito avvalla la richiesta all’Anac…sottintendendo cosa?.. Caro Poletti noi siamo persone oneste.. non temiamo rilievi o indagini da parte di chiccesia anzi ce li auguriamo, non abbiamo da nascondere nulla! Noi. Stia certo di questo! Dimenticavo…risceglierei Viareggio sempre ed ancora non solo perche’ ha ridato “fiato” alle corse di mio figlio Riccardo, ma perche’ sono fiera ed orgogliosa di questa Citta’ che sta risalendo la china e sono certa dell’intelligenza e della capacita’ di discernere dei suoi abitanti tra chi “mescola nel torbido..” e chi lavora nella legittimita’ e nell’onesta’ giorno dopo giorno”.

No comments

*