Servizi all’infanzia, Romeo in Regione per trovare soluzioni

0

VIAREGGIO – Il Comitato Viareggio Unita per il Diritto all’Istruzione ha appreso questa mattina dal capo di Gabinetto della Regione Toscana, dottor Ledo Gori, il buon esito dell’incontro svoltosi ieri tra il Commissario Prefettizio Valerio Massimo Romeo e la Regione Toscana in merito alla situazione dei servizi dell’infanzia del Comune di Viareggio. “Esprimiamo soddisfazione – commentano – nel vedere che i problemi posti all’attenzione delle Istituzioni da parte del Comitato Viareggio Unita per il Diritto all’Istruzione attraverso il presidio del 18 ottobre 2014, il corteo dell’8 novembre 2014, i numerosi documenti presentati e gli incontri istituzionali sostenuti, siano stati posti al centro di una riunione operativa per trovare soluzioni concrete ai forti disagi subiti in questi ultimi mesi dalle famiglie viareggine.

La Regione Toscana ha comunicato che in data 28/11/2014 le nuove 7 insegnanti di sostegno per la scuola dell’infanzia, assunte grazie all’intervento della Regione Toscana e mediante contratti con FISM Toscana (Federazione Italiana Scuole Materne), avranno un incontro con il Commissario Prefettizio Romeo e prenderanno servizio da lunedì 1 dicembre 2014. Sarà garantito il proseguimento del servizio degli asili nido fino alla fine del mese di giugno attraverso l’Azienda Speciale Pluriservizi (ASP) che si farà carico di proseguire il rapporto con la cooperativa Primavera che fornisce educatrici e personale ausiliario necessari al pieno svolgimento del servizio. In questo modo verrà garantita anche la continuità didattico-pedagogica nel rapporto già consolidato tra bambini e insegnanti. In merito al proseguimento del servizio oltre il mese di giugno, Regione Toscana si è impegnata a coprire economicamente l’importo necessario per il secondo semestre 2015, ma rimanda la definizione di tale impegno ad un accordo puntuale che dovrà essere stipulato con la nuova amministrazione che governerà la città dopo il periodo di commissariamento. In riferimento al processo di statalizzazione richiesto dal Comune di Viareggio per le scuole dell’infanzia, l’Assessore regionale alla Scuola – Formazione – Ricerca e Università, Roberto Bobbio, si impegna a portare all’attenzione del Ministro Stefania Giannini la situazione viareggina affinché il processo coinvolga tutte le 14 sezioni ancora comunali già a partire dall’a.s. 2015-16 Infine, la Regione si dichiara impossibilitata a intervenire sui rincari delle tariffe sei servizi nido, mensa e trasporto scolastico legate espressamente alla dichiarazione di dissesto dell’Ente Comunale.

Il Comitato Viareggio Unita per il Diritto all’Istruzione, ringraziando tutti i genitori e i cittadini che si stanno impegnando nel tenere viva l’attenzione sui problemi riguardanti i servizi all’infanzia, dichiara come gli impegni assunti dalla Regione e dal Comune siano un primo importante risultato della pacifica e apartitica mobilitazione civica nata a Viareggio in queste ultime settimane e chiederà già domani un nuovo incontro con il Commissario Romeo per portare all’attenzione dello stesso le questioni ancora aperte.

 

No comments

*