Sesso sadomaso, un ferito in ospedale e l’altro in manette: i due si erano conosciuti sul web

VERSILIA – E’ finito in manette, arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Viareggio e portato in carcere a Lucca, un 60enne, accusato di abusi sessuali su un 30enne, finito in ospedale dove ha subito un delicato intervento chirurgico per alcuni lesioni anali provocate da un vibratore. I due si erano incontrati in Versilia, dopo essersi conosciuti su un sito web. Una vicenda, questa, accaduta due notti fa e sulla quale gli inquirenti mantengono il massimo riserbo, nata come un normale appuntamento erotico, e sfociata nel sesso sadomaso,  dove l’uomo più giovane, a un certo punto, ha chiesto l’intervento del 118 e una volta arrivato al pronto soccorso dell’ospedale “Versilia” ha deciso di denunciare l’altro. Dal nosocomio di Lido di Camaiore è quindi partita la segnalazione al 112, e i militari dell’Arma, rintracciato il 60enne, lo hanno arrestato. Un rapporto tra adulti, nato consenziente, si sarebbe, secondo quanto denunciato, trasformato in non consenziente. La parola, ora, passa alla Magistratura.