Sgombero al campo rom, ma il Comitato tiene alta la guardia

TORRE DEL LAGO PUCCINI – Mezzi in azione dal primo mattino di stamani nella zona adiacente al campo rom di via Cimarosa, a Torre del Lago Puccini, per eseguire l’ordinanza firmata dal commissario straordinario Valerio Massimo Romeo per lo “sgombero di persone, manufatti, strutture abusive all’esterno del campo nomadi comunale”.

Come era prevedibile al loro arrivo gli agenti della Polizia Municipale e gli addetti non hanno trovato alcun ospite irregolare ad attenderli, ed hanno potuto iniziare le operazioni senza alcuna resistenza. Come sempre agli occhi dei presenti si è palesato il consueto spettacolo di degrado che oramai contraddistingue l’area da sempre, uno dei tanti “cazzotti nell’occhio” all’interno del territorio controllato dall’ente Parco, e che in quanto tale dovrebbe essere curato e preservato. Mentre scriviamo le ruspe stanno proseguendo nei lavori di sgombero e bonifica dell’area in questione, mentre risulta che i rom oggetto di sgombero si siano momentaneamente spostati nella zona della Morina, in attesa di ritornare in via Cimarosa.

“Siamo soddisfatti dell’azione intrapresa dal dottor Romeo, questo tipo di interventi sono necessari e scoraggiano la stanzialità”  fanno sapere Alberto Pardini, Simone Iodice e Stefano Cardella del Comitato cittadino di via Cimarosa, che però non abbassano la guardia e anzi, invitano il Commissario Straordinario a continuare: “Se allo sgombero non seguiranno altri atti più incisivi entro poche settimane ci ritroveremo punto e a capo, finché il campo nomadi sarà ivi situato il problema si ripresenterà poiché funge da raccordo tra stanziali e non”.

Nella frazione pucciniana sostavano ormai da tempo 25 roulotte – ridotte a relitti – in condizioni igienico-sanitarie di estrema criticità. Inoltre, la zona dell’insediamento abusivo presentava accumuli insostenibili di rifiuti nocivi per la salute pubblica e condizioni di rischio per la incolumità pubblica e per gli stessi occupanti. Numerose bombole di gas venivano utilizzate senza alcun controllo, in un ambito in cui gli ospitanti si muovevano senza alcun accorgimento minimo per la sicurezza. Il Commissario Romeo, utilizzando la norma dell’art. 54 del T.U.E.L., ha così deciso di porre fine ad una situazione insostenibile né più tollerabile, sia per i cittadini di Viareggio e Torre del Lago  sia per l’incolumità delle famiglie che in quel luogo si erano abusivamente sistemate. Stamani la Polizia Municipale – coordinata dal Comandante Vasco Comaschi – e le Forze dell’Ordine – coordinate dal Dirigente del Commissariato di Viareggio Rosaria Gallucci – hanno provveduto a dare esecuzione al provvedimento commissariale attraverso un’azione svolta anche con una preventiva mediazione verso le famiglie Rom a lasciare il campo. La SEA Ambiente, interessata dal Commissario Romeo, ha così provveduto – secondo le disposizioni impartite – a rimuovere e distruggere le roulotte, all’interno delle quali erano state riscontrate condizioni igieniche e di sicurezza indescrivibili.
In mattinata è avvenuta la rimozione di tutte le roulotte e la SEA Ambiente sta procedendo alla ripulitura di tutta la zona dei numerosissimi rifiuti che si sono accumulati nel tempo. Al fine di evitare che possano ripetersi tali situazioni il Commissario Straordinario ha disposto un serrato controllo anche nelle ore notturne della Polizia Municipale, non solo nella zona oggetto di bonifica ma anche presso altri siti dove potrebbero essere state attivate sistemazioni abusive nel Comune di Viareggio, in alternativa a quella oggi sgomberata.

( foto di Iacopo Giannini )