Sgombero Campo Rom e caso Viareggio Porto: “Solidarietà a Romeo”

0

VIAREGGIO – I Circoli di Viareggio , congiuntamente ai loro portavoce , Baldini Massimo e Olivi Daniele, vogliono esprimere solidarietà al Commissario Prefettizio per le ingiuste accuse a lui rivolte sul suo operato riguardante lo sgombro delle roulotte poste all’esterno del campo Rom di Torre del lago e sulla gestione dello stato fallimentare della Viareggio Porto. “Nel primo caso si tratta di un atto dovuto come primo passo per ripristinare uno stato di legalità in un contesto dove sussiste un livello di degrado e criminalità che a oggi è già di per sè insostenibile e inaccettabile, situazione nata da anni di tolleranza scellerata da parte delle precedenti amministrazioni le quali invece di occuparsi dei disagi e dell’incremento smisurato di stati di indigenza delle famiglie Viareggine quale conseguenza della crisi che ha attanagliato il nostro paese, di adoperarsi nel poter trovare soluzioni occupazionali, rilancio di un turismo ormai ridotto ai minimi storici e una sicurezza territoriale che sempre più è andata svanendo incentivando la crescita di una microcriminalità ben radicata sul nostro territorio, si sono adoperati per un vero atto discriminatorio contro Viareggio e i suoi cittadini. Per quanto riguarda la situazione riguardante la Viareggio Porto, crediamo che sia quanto di meglio possa esserci come esempio lampante della politica attuata dal Centro Sinistra in compartecipazione alla parentesi indegna della breve vita della Giunta di Centro Destra che era riuscita a interporsi dopo anni di sanguinose Giunte a targa Marcucci. Di fatto non può esserci di meglio che la Viareggio Porto per sottolineare che negli ultimi 15 anni vi è stata soltanto una politica di poltronismo e interessi economici atti esclusivamente a far crescere il portafoglio di pochi in un intreccio tra pubblico e privato che agiva in manietra trasversale. Possiamo soltanto auspicare che la Magistratura faccia il suo corso fino in fondo portando alla luce quanto di marcio c’è nella nostra città puntando a smascherare l’intero sistema che sicuramente era ben radicato, legato alle Partecipate e Fondazioni dove il Comune era ed è socio anche maggioritario. Fratelli d’Italia non per caso dopo una consultazione territoriale dei suoi circoli a una limità ha espresso il suo volere nell’appoggiare la candidatura dell’avvocato Massimiliano Baldini, il quale lo riteniamo il cambiamento giusto per la nostra città, lontano da quel servilismo politico che sovrappone l’interesse personale di poltrona al bene della collettività. Siamo arrivati a un punto di non ritorno, Viareggio nei suoi cittadini non può perdere questa occasione, è giusto che chi ha sbagliato si assuma le sue responsabilità politiche e giuridiche, si auspica che i Viareggini siano consapevoli e possano riconoscere in noi e in Baldini l’opportunità per ripartire e riportare Viareggio al suo splendore” .

No comments

*