Shock Viareggio, la società esclusa dalla LegaPro

0

VIAREGGIO – Alberto Pardini – Il verdetto è arrivato secco, una doccia gelata per gli sportivi viareggini in questa giornata afosa: la Co.Vi.Soc. organismo di controllo, ha respinto il ricorso del “nuovo” Viareggio in merito ai dubbi sulla fideiussione presentata per l’iscrizione al prossimo campionato di LegaPro. Niente LegaPro dunque, e il Viareggio torna nei dilettanti dopo che, con un gran lavoro la vecchia gestione Dinelli lo aveva riportato in alto. Chissà cosa starà pensando in queste ore l’ex presidente, che nella conferenza stampa della settimana scorsa aveva chiesto di supportare e fidarsi della nuova gestione Filippelli.

A dire il vero, i tifosi più vicini alla società avevano fin da subito manifestato i propri dubbi e timori, supportati anche da gaffes come il caso Pellegrini e le scuse accampate proprio in merito alla fideiussione da parte della società. Una società, quella di Filippelli, che non si è mai presentata alla città e ai tifosi in modo pubblico e diretto, ma che non aveva fatto mancare i proclami. Storia già vista – purtroppo – a Viareggio, e infatti in pochi si erano fatti prendere la mano da facili entusiasmi.

In merito al comunicato ufficiale n. 14/A della FIGC del 18 luglio 2014 e alla decisione di non concessione alla società della Licenza Nazionale ai fini della partecipazione al campionato di Divisione unica di Lega Pro, il presidente Domenico Filippelli e tutta la dirigenza si dichiara amareggiata, rattristata e soprattutto sorpresa per quanto accaduto, e annuncia che nei prossimi giorni sarà presentato ricorso. Solo da pochi minuti la società ha ricevuto comunicazione ufficiale e il Presidente, ha deciso di affidare le pratiche di ricorso a quattro legali di fiducia affinché si faccia chiarezza per questa esclusione anche in forza del fatto che nella storia della FIGC esiste già un precedente.La nuova dirigenza sin dai primi giorni di insediamento ha lavorato con attenzione e rigore, e la squadra nei giorni scorsi è partita in ritiro e questo a totale dimostrazione della buona fede e della volontà di agire in piena onestà e organizzazione per allestire una squadra all’altezza della categoria. La società chiede adesso qualche giorno di tranquillità per poter lavorare con i legali ed espletare tutte le pratiche necessarie per il ricorso per l’ottenimento della Licenza Nazionale.

“A seguito della sentenza, presa dal consiglio federale della FIGC, circa l’esclusione dal calcio professionistico dell’Esperia Viareggio, non possiamo che esprimere profondo dispiacere e rammarico – commenta l’Assessore viareggino allo Sport Andrea Strambi.  Tuttavia rimaniamo in attesa di conoscere l’esito del ricorso che la società sta protocollando in merito alla decisione presa. In caso di esito negativo, l’Amministrazione Comunale procederà, nell’interesse dello sport cittadino, nel percorrere tutte le strade necessarie e di sua competenza per non far scomparire il calcio a Viareggio.”

 

No comments

*