Si aggirano in Darsena tra i locali chiusi e rubano, inseguiti e acciuffati

0

VIAREGGIO Nell’ambito del dispositivo di sicurezza e di controllo del territorio, approntato dal Commissariato di Polizia di Viareggio per il periodo del Carnevale, prosegue la continua ed operativa attività volta a contrastare i fenomeni di microcriminalità in particolare nelle zone della città considerate più a rischio.

Nelle prime ore di questa notte è pervenuta sulla linea 113 la segnalazione di alcuni soggetti che si aggiravano fra alcuni locali, già chiusi, della Darsena Viareggina. Sul posto sono immediatamente arrivate due volanti. All’interno del recinto di un noto locale del viale Europa, hanno individuato 4 giovani che, alla vista dei poliziotti, approfittando delle tenebre, hanno scavalcato il recinto del locale e si sono dati a precipitosa fuga scappando nel canneto prospiciente il vialone. Gli agenti si sono messi al loro inseguimento, due sono stati subito raggiunti e fermati, gli altri due sono stati scovati, poco dopo, rannicchiati nel buio, sotto le canne. I quattro avevano appena rubato, dopo averlo forzato e spaccato, gli spiccioli contenuti in un biliardino. Accompagnati in Commissariato sono stati identificati per  Giuseppe Mazzei, venticinquenne con precedenti per stupefacenti e reati contro il patrimonio, Valentina Levacovich, ventottenne con precedenti per reati contro il patrimonio, C.F minorenne incensurata e S.L. minorenne viareggino con precedenti per reati inerenti gli stupefacenti. I maggiorenni sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e in mattinata sono stati processati con rito direttissimo presso il Tribunale di Lucca. I due minorenni sono stati indagati in stato di libertà e deferiti all’Autorità Giudiziaria del Tribunale dei minori di Firenze.

Con l’intento di contrastare i fenomeni di criminalità diffusa e lo spaccio di stupefacenti, i poliziotti hanno passato a setaccio le zone a rischio dei comuni di Massarosa, Camaiore e le zone circostanti la Stazione ferroviaria, la ormai famigerata Piazza Dante e il centro cittadino di Viareggio, prestando particolare attenzione al controllo degli esercizi pubblici aperti in orario serale e ai loro avventori. Proprio in uno degli esercizi commerciali presenti nella piazza antistante la stazione è stato rintracciato un cittadino extracomunitario, il quale, colto di sorpresa dall’arrivo degli agenti, ha tentato di sottrarsi al controllo, cercando vanamente di dileguarsi nei locali della vicina stazione ferroviaria ma è stato prontamente fermato. Con le generalità fornite, in quanto privo di alcun documento atto all’identificazione, risultava sconosciuto nella banca dati interforze, pertanto gli operanti, insospettiti dal suo atteggiamento e comportamento durante il controllo, hanno proceduto al suo accompagnamento negli uffici del Commissariato per sottoporlo ai rilievi fotodattiloscopici. Accertata la sua reale identità si è appurato che Jarmouni Hamza, ventenne marocchino, pluripregiudicato per reati inerenti gli stupefacenti, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali nonché inottemperante all’Ordine di lasciare il territorio nazionale, emesso dal Questore di Livorno nel novembre 2014, era ricercato in quanto colpito dall’ordine di esecuzione della custodia cautelare in carcere, emesso nello scorso mese di gennaio, per possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso. Tratto in arresto, per lo straniero si sono spalancate le porte della Casa Circondariale di Lucca, dove è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

No comments

*