Si avvicina la stagione estiva: primi incontri tra capitaneria di porto, enti locali ed associazioni balneari

0

VIAREGGIO – Si sono svolti in Capitaneria di porto a Viareggio due incontri con enti locali ed  associazioni di categoria per approfondire insieme alcune tematiche inerenti l’Ordinanza di Sicurezza Balneare (attualmente è in vigore l’Ordinanza numero 71/2015), in vista dell’approssimarsi della stagione estiva.

Erano presenti rappresentanti dell’Ufficio Locale Marittimo di Forte dei Marmi, dei Comuni di Viareggio, Forte dei Marmi, Camaiore e Pietrasanta, del Consorzio Marina di Levante, di Fiba Confesercenti  Versilia, di Fin Salvamento, delle Associazioni Balneari di Lido di Camaiore, Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi, delle Polizie Municipali e della Pubblica Assistenza Croce Verde Viareggio.

Innanzitutto, il Comandante Davide Oddone ha elogiato i presenti  per l’attività svolta lo scorso anno, dove su tutto il litorale della Versilia sono stati effettuati ben 30 importanti interventi di salvataggio e primo soccorso sanitario a persone a rischio annegamento o colte da malori, attività gestite con successo e seguendo le corrette procedure d’emergenza in collaborazione con il servizio 118.

Si è quindi raccomandato affinché siano preventivamente verificate le dotazioni sanitarie e di salvataggio prima dell’inizio della stagione balneare, onde evitare sanzioni amministrative a carico dei concessionari, come verificatosi purtroppo durante la stagione balneare 2016 con molteplici carenze riscontrate a stagione già avviata.

Nei periodi facoltativi di apertura degli stabilimenti, specialmente prima dell’inizio della stagione estiva vera e propria, i servizi di salvataggio dovranno essere operativi durante le giornate festive e nelle giornate di sabato e domenica, anche se esclusa l’attività di balneazione. I bagnini, naturalmente,  non dovranno essere impegnati in attività ulteriori rispetto alla sorveglianza e non dovranno allontanarsi dalla loro postazione. Nel caso di consorzio di più stabilimenti, ogni stabilimento dovrà comunque garantire che la propria postazione di salvataggio sia debitamente equipaggiata . Si è anche discusso sulla possibilità di rendere obbligatorie alcune dotazioni di salvataggio (ad es. la tavola c.d. “Rescue Board”, al momento considerata dotazione facoltativa). La questione sarà comunque riproposta in ambito nazionale.                                                                                                                                                                                         La Capitaneria di Porto ha inoltre invitato le amministrazioni civiche alla puntuale apposizione e periodica manutenzione della cartellonistica di sicurezza, naturalmente in più lingue, con le informazioni utili per bagnanti e turisti: a questo proposito, verrà anche riproposta l’apprezzata iniziativa del “Vademecum per la stagione balneare”, stampato e distribuito a cura della Capitaneria di porto a stabilimenti balneari, concessionari ed utenti del settore.

L’occasione è stata utile anche per sensibilizzare le associazioni dei balneari sulla pulizia del litorale e sul corretto smaltimento del cosiddetto “lavarone”, mediante idonea separazione dei materiali organici e vegetali dagli altri tipi di rifiuti.

Tra gli argomenti di particolare interesse, infine, le associazioni di categoria hanno espresso il loro gradimento circa la possibile novità, per la stagione balneare 2017, di un servizio di salvataggio nelle spiagge libere della Lecciona e della Darsena grazie al bando emanato dal Comune di Viareggio in materia di affidamento delle spiagge libere attrezzate.

No comments

*