Sicurezza e legalità, la Polizia batte a tappeto le zone calde

0

VIAREGGIO – Il dispositivo di sicurezza predisposto dal Commissariato di Polizia di Viareggio per il periodo del Carnevale, volto a contrastare i fenomeni di microcriminalità, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti, continua a produrre i suoi positivi effetti. Questi i risultati dell’ultimo servizio: effettuati 14 posti di controllo, 10 esercizi pubblici controllati, 304 persone controllate, 143 veicoli controllati, 26 controlli di persone sottoposte a regime di detenzione domiciliare, 12 persone indagate, 2 segnalate per uso personale di sostanza stupefacente, 1 persona arrestata.

In Piazza Dante: B.M. marocchino di 29 anni in Italia senza fissa dimora, con precedenti per reati inerenti le leggi sull’immigrazione è stato denunciato perchè inottemperante all’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale. J.A. di 20 anni e U.A. di 21 anni, entrambi cittadini marocchini in Italia senza fissa dimora, sono stati denunciati per ingresso e soggiorno illegale nel territorio italiano.

Nella zona di Torre del Lago G.M. italiana di 45 anni è stata indagata in stato di libertà per aver contravvenuto al foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Lucca con il quale si intimava il divieto di ritorno nei comuni della Versilia.  La donna, originaria della Germania, è stata controllata in viale dei Tigli a Torre del Lago da personale in servizio di volante.

Nella Pineta di Ponente A.I. nato in Marocco nel 1987, sedicente, senza fissa dimora, è stato indagato in stato di libertà per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio Italiano.
Lo straniero, sprovvisto di documenti di riconoscimento e permesso di soggiorno, ha cercato di sottrarsi al controllo degli agenti scappando all’interno della pineta di ponente. Dopo un breve inseguimento è stato raggiunto e fermato.  Successivamente è stato posto a disposizione dell’Ufficio immigrazione per l’adozione del provvedimento di espulsione. S.M. cinquantenne Viareggina e R.A trentenne camaiorese, sono stati segnalati ex art. 75 D.P.R. 309/901 per possesso ad uso personale di sostanza stupefacente, perché trovati in possesso rispettivamente di  1,6 e 0,8 grammi di cocaina.
A seguito di controlli effettuati all’interno di alcuni casolari in stato di abbandono J.Y marocchino di 25 anni, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, spaccio di stupefacenti e immigrazione, è stato arrestato poiché destinatario di ordine di carcerazione, emesso dalla Procura presso il Tribunale di Lucca, con il quale si dispone l’arresto per mesi due per aver contravvenuto al Foglio di via Obbligatorio con il quale si intimava al soggetto di non ritornare nei comuni della Versilia per un periodo di tre anni.  Ad aggravare la sua posizione è stato il rinvenimento, da parte degli agenti, di un involucro contenente 0,6 grammi di hashish, ben occultato nei pantaloni, che gli è costata anche una segnalazione per uso di sostanze stupefacenti ex art. 75 D.P.R. 309/901. A.H. marocchino di 29 anni, con precedenti per reati inerenti le leggi sull’immigrazione, è stato indagato in stato di libertà perchè clandestino.  Lo straniero è stato posto a disposizione dell’Ufficio immigrazione per l’adozione del provvedimento di espulsione.

Gli uomini delle volanti, eseguendo un controllo nelle vicinanze della Casina dei Ricordi in via Ponchielli, hanno identificato K.B. marocchino di 37 anni e G.M. marocchino di 20 anni entrambi senza fissa dimora e con precedenti per reati inerenti l’immigrazione clandestina.
A seguito di perquisizione personale K.B. è stato trovato in possesso di un involucro contenente 0,5 grammi di hashish e pertanto è stato segnalato ex art. 75 D.P.R. 309/901.
I due stranieri sono stati posti a disposizione dell’Ufficio immigrazione per l’adozione del provvedimento di espulsione.

Nella zona di Lido di camaiore A.N. di 35 anni, J.A. di 25 anni, B.E.H. di 25 anni e S.A. di 20 anni, tutti cittadini marocchini in Italia senza fissa dimora, e pregiudicati per reati inerenti l’immigrazione clandestina, sono stati controllati nella serata del 16 febbraio u.s. mentre si aggiravano nelle zone di via Roma in Lido di Camaiore. Le volanti hanno notato il gruppo di extracomunitari che cercava di sfuggire all’attenzione dei poliziotti. Gli agenti, insospettiti, si sono avvicinati e li hanno bloccati prima che si dessero alla fuga. I quattro stranieri, sprovvisti di documenti di riconoscimento ed irregolari sul territorio nazionale, sono stati sottoposti ad identificazione prima di essere denunciati alla Autorità Giudiziaria per inottemperanza all’ordine del Questore di abbandonare il territorio dello Stato.

Il personale di rinforzo ed dei reparti specializzati della Polizia di Stato forniscono il loro eccezionale supporto all’incessante lavoro degli Uomini del Commissariato di Viareggio mantenendo sempre attivi, h.24, i servizi volti a tutelare, sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, il regolare svolgimento di tutte le manifestazioni connesse al Carnevale di Viareggio 2015.

No comments

*