Sicurezza: iniziata la pulizia delle zanelle in via Provinciale Vallecchia, interventi anche in via Lungo Fiume e via Capriglia

0

PIETRASANTA – Migliorare la sicurezza attraverso una migliore regimazione delle acque meteoriche ma anche ripristinare il decoro dopo anni di abbandono e di scarsa attenzione. La crescita fuori controllo dell’erba e delle piante ha infatti ostruito canalette, cigli e zanelle provocando facili e costanti allagamenti delle strade anche in occasione di piogge scarse e problemi di visibilità. Come anticipato l’amministrazione comunale di Pietrasanta guidata da Massimo Mallegni ha iniziato dalla Via Provinciale Vallecchia gli interventi programmati per la pulizia dei cigli stradali, la manutenzione dei cordoli e delle zanelle sulle principali arterie cittadine. Dopo la Via Provinciale Vallecchia, dove l’intervento è in fase di conclusione, l’attenzione del Comune di Pietrasanta è pronta a spostarsi sulla Via Lungo Fiume ed in Via Capriglia. “La sicurezza stradale ed ambientale ed il decoro sono prioritarie. – spiega Simone Tartarini, Assessore ai Lavori Pubblici – Abbiamo programmato per le prossime settimane una serie di interventi molto importanti per ripristinare la piena funzionalità delle zanelle e delle canalette di scolo di alcune delle strade più trafficate. Stiamo impiegando anche un piccolo escavatore per liberare le zanelle dalla presenza di terra e residui che rendono meno fluida la circolazione delle acque meteoriche e più pericolosa la percorrenza del tratto stradale. Si tratta di interventi importanti, anche dal punto di vista dell’impegno delle risorse economiche, perché negli ultimi anni si è fatto molto poco, per non dire nulla, per mantenere il territorio in uno stato accettabile evitando interventi radicali. Andiamo avanti con il nostro programma di interventi su tutto il territorio”. In Via Capriglia l’amministrazione comunale ricorda ai proprietari di terreni che si affacciano sulle strade pubbliche che dovranno provvedere alla pulizia delle aree e alla cura delle alberature per evitare il degrado ambientale e problemi alla viabilità. I proprietari che non lo faranno rischiano una sanzione che può variare, a seconda della violazione, da 159 fino a 639 euro.

No comments

*