Silenzio, lacrime e musica per l’addio al Maestro Igor Mitoraj

0

PIETRASANTA – Silenzio, lacrime e musica per l’addio al Maestro Igor Mitoraj. La città di Pietrasanta ha dato così l’ultimo saluto al suo concittadino più illustre e più celebre al mondo. La cerimonia è partita dall’atrio del Municipio: alla presenze delle massime autorità locali e regionali – i sindaci della Versilia –  l’orchestra del Festival Pucciniano ha dato il suo omaggio allo scultore polacco, con tre arie da Manon Lescaut e Tosca. Forte la commozione della famiglia Mitoraj, giunta in questi giorni dalla Polonia: i due fratelli, la sorella dell’artista, i nipoti. In due pullman sono arrivati in Versilia gli amici di sempre.

funerale 1 funerale

Dalla piazza del Municipio, con le bandiere a mezz’asta, è partito il corteo. Un fiume di gente, per lo più autorità,  ha accompagnato l’urna del Maestro Mitoraj fino al Duomo. Attraverso via di mezzo, sulle note della storica Filarmonica di Capezzano Monte,  dove in molti si sono fermati per omaggiare lo scultore in questo giorno di lutto cittadino.
Poi l’arrivo in piazza del Duomo. Il “Va Pensiero” di Giuseppe Verdi ha accompagnato il trasporto dell’urna per la funzione funebre celebrata da Monsignor Stefano D’Atri, aperta dalla sinfonia “I Crisantemi” di Giacomo Puccini.
Le ceneri saranno custodite dalla famiglia a Pietrasanta, in attesa di riposare nel cimitero del capoluogo.

No comments

Aggressioni al “Versilia”: “Basta”

LIDO DI CAMAIORE – “Quanto accade con pericolosa frequenza all’ospedale Versilia-afferma Elisa Montemagni, Consigliere regionale della Lega Nord-conferma che si debba correre rapidamente ai ripari ...