Silvana Froli è Mimi ne la Bohème di Ferragosto

0

TORRE DEL LAGO – Silvana Froli è Mimi ne la Bohème di Ettore Scola per il 60° Festival Puccini:  “interpretare prevalentemente  Puccini è stata  una vocazione naturale”. Per il soprano lucchese è il debutto nel ruolo sul palcoscenico di Puccini dove è già stata acclamata Tosca e Cio Cio San. Al suo fianco il gradito ritorno di Leonardo Caimi  nel ruolo di Rodolfo

La Bohème torna in scena il 15 agosto nel Gran Teatro di Puccini. Sul podio Valerio Galli.

Giunta ormai alla sua quarta rappresentazione nel  cartellone del 60° Festival Puccini, la Bohème nell’ originale e  affascinante allestimento  firmato dal regista cinematografico  Ettore Scola  con le scene di Luciano Riccieri,  ha già conquistato il  pubblico di tutto il mondo che ha salutato con vere e proprie ovazioni le precedenti messe in scena. Nella ripresa di venerdì 15 agosto (ore 21.15)  ad interpretare la  storia d’amore di Mimì e Rodolfo troviamo due giovani interpreti, beniamini del pubblico di Torre del Lago, il soprano lucchese Silvana Froli e il tenore calabrese Leonardo Caimi.

“La mia  passione per il canto- dichiara Silvana Froli-  risale a quando ero bambina, ho sempre amato cantare. Determinante è stato, però, misurarmi con il palcoscenico e con l’opera lirica. Nel 2000 decisi di dare un taglio all’attività di corista e di intraprendere la carriera di solista: quella di interpretare prevalentemente Puccini non è stata una scelta, quanto una vocazione naturale, dato che la mia timbrica mi rende più portata a interpretare quei ruoli.”

Dal 2009 Silvana Froli  è interprete dei ruoli pucciniani come Mimì, Tosca, Manon, Cio Cio San, Turandot, Suor Angelica  che l’hanno vista più volte protagonista sui palcoscenici in tutto il mondo e nei  Teatri toscani di Lucca e Torre del Lago. Silvana Froli è stata recentemente acclamata interprete del ruolo di Santuzza in Cavalleria Rusticana andata in scena al Teatro Antico di Taormina.

Nel ruolo di Rodolfo ritroviamo il  tenore di origini calabrese Leonardo Caimi che torna,  per la gioia del pubblico del Festival Puccini,  sul palcoscenico in riva al Lago.  Alessandro Luongo è Marcello,  Alida Berti Musetta, Schaunard Eugene Villanueva, Colline Marco Spotti. Completano il cast  Benoit – Alcindoro Angelo Nardinocchi, Parpignol Ugo Tarquini, Sergente dei doganieri Marco Simonelli. Il Coro del  Festival Puccini è istruito da Stefano Visconti mentre  il Coro  delle voci bianche del Festival Puccini è diretto da Sara Matteucci. Assistenti:  alla regia Carlo Negro, aiuto regista Marco Scola di Mambro.  Sul podio la sicura bacchetta del  Maestro  Valerio Galli alla testa dell’Orchestra del Festival Puccini.

La Bohème replica ancora il  22 agosto

No comments

*