Sociale e Scuola a Seravezza: avviata nei tempi previsti l’Assistenza H per gli studenti disabili. Una cinquantina i ragazzi seguiti. Investimento di circa 670 mila euro a copertura di due anni scolastici

SERAVEZZA – Sono quarantotto – e da gennaio saliranno a cinquanta – gli alunni e gli studenti disabili seravezzini beneficiari di supporto personalizzato per l’autonomia e la comunicazione a scuola. È la cosiddetta Assistenza H, sostenuta con un budget di circa 670 mila euro a copertura dell’attuale e del prossimo anno scolastico. A un mese dall’avvio del servizio, l’Assessorato al Sociale fa un primo punto della situazione.

«Siamo orgogliosi di aver investito energie organizzative e risorse economiche per assumere, come dispone la legge, la gestione diretta di un servizio che fino allo scorso anno il Comune finanziava, ma che poi demandava per ogni aspetto pratico alle scuole», dichiara l’assessore Orietta Guidugli. «I nostri uffici hanno iniziato a metter mano a questa piccola-grande riforma nell’estate di un anno fa, lavorando in modo eccellente per scrivere il regolamento, gestire i non semplici rapporti con i diversi istituti scolastici, seguire con scrupolo gli atti di gara, arrivando infine puntualissimi e pronti per la ripresa delle lezioni il mese scorso. Il risultato è che oggi, grazie anche al consistente investimento economico deciso dalla Giunta Municipale, rispondiamo alle esigenze di una cinquantina di nostri bambini e ragazzi (le domande presentate nei termini sono state tutte soddisfatte) ad ognuno dei quali garantiamo fino a dieci ore settimanali di assistenza individuale in classe con educatori specializzati. La flessibilità del nuovo regolamento approvato dal Consiglio Comunale consente poi di adattare il servizio alle situazioni concrete e di modulare nei singoli istituti scolastici la distribuzione delle ore secondo le effettive necessità dei ragazzi. Budget permettendo e nei casi di disabilità più gravi, c’è anche la possibilità di concedere più ore rispetto a quelle previste di default».

Per l’Assistenza H il Comune collabora con i servizi socio-sanitari territoriali, le scuole e le famiglie, in esecuzione dei piani personalizzati disposti dalle ASL. Si basa sul principio che ogni studente portatore di handicap ha diritto a una facilitazione per l’inserimento e l’integrazione scolastica. L’obiettivo preminente è pertanto quello di favorirne le potenzialità “mediante un adeguato supporto rivolto alla socializzazione e alla promozione delle dinamiche relazionali nel contesto scolastico”. Tutto ciò a vantaggio anche di una maggiore efficacia delle attività educative e formative di competenza delle scuole. Nello specifico, ogni studente è affiancato in classe da un educatore e riceve supporto in ordine agli aspetti dell’autonomia e della comunicazione. Gli operatori non si sostituiscono in alcun modo agli insegnanti curriculari o di sostegno, né al personale scolastico.

Hanno diritto all’Assistenza H i bambini e i ragazzi con disabilità certificata residenti nel Comune di Seravezza iscritti a scuole elementari, medie e superiori anche fuori del territorio comunale. Le procedure di certificazione e documentazione per l’inclusione scolastica sono quelle adottate dalle commissioni mediche, dalle unità di valutazione multidisciplinari e dai gruppi di lavoro competenti per legge.

Per il servizio, Seravezza può contare su una squadra di circa trenta assistenti qualificati messi a disposizione dalla cooperativa La Gardenia di Viareggio che opera per conto del consorzio Co&So di Firenze aggiudicatario della gara di affidamento del servizio espletata dal Comune e valida per due anni scolastici. I quarantotto ragazzi assistiti nel trimestre settembre-dicembre di quest’anno impegnano per il servizio un monte di 6500 ore complessive. Nel prossimo semestre gennaio-giugno, nel quale gli assistiti saliranno a quota cinquanta, il monte ore sarà grosso modo doppio. Il budget stimato annualmente a copertura del servizio è di circa 280 mila euro.