Sono 142 i bambini che frequentano gli asili nido del comune di Camaiore

0

CAMAIORE – Per l’anno scolastico 2014-15 sono 142 i bambini che frequentano gli asili nido del Comune di Camaiore presso le tre strutture municipali (Girotondo, Mafalda e Scrigno Magico) a cui si aggiungono le due accreditate (Il Nido di Gigia e L’Alveare). Sono partiti in questi giorni i lavori per il nuovo plesso di via del Paduletto con apertura prevista a inizio 2015. Potrà ospitare circa quaranta bambini e andrà a sostituire e implementare il Mafalda, situato presso i locali dell’Ospedale Versilia. A questi si aggiunge il servizio di Nido domiciliare (Pollicino) che accoglie da tre a sei bambini.

Il lavoro del Comune si concentra soprattutto sui percorsi educativi. Prosegue infatti anche per questo anno, il progetto legato alla continuità Nido-Scuola dell’infanzia avviato nel 2013. L’idea di fondo è quella di poter arrivare ad una continuità educativa che veda coinvolta un’équipe forte e che lavora in sinergia per supportare le famiglie. Gli incontri, coordinati dalla Dottoressa Montanaro, si ripeteranno anche quest’anno con la condivisione di progetti e metodologie in linea con quanto previsto dal nuovo Regolamento regionale in materia di servizi educativi per la prima infanzia.

Da segnalare anche gli incontri formativi-informativi gratuiti organizzati dal Cred con i Comuni, i nidi e le scuole d’infanzia di tutta la Versilia sul tema della gestione dei conflitti nel contesto familiari. Gli incontri, partiti in settembre, sono tenuti dalla Dottoressa Unti. Per informazioni ci si dovrà rivolgere al Cred Versilia (335-5499512).

Le richieste per i Nidi d’infanzia arrivate in questo 2014-15 sono diminuite del 20%, calo motivato dalla crisi economica, nonostante il Comune di Camaiore abbia fissato per il momento le tariffe più basse della Versilia: esenzione sotto i 4.500 € di ISEE e a salire, per fasce di reditto, sino a un massimo di 275 € mensili per il tempo lungo comprensivo del pasto in presenza di un ISEE superiore ai 14.000 €. Per gli accreditati il Comune offre un buono servizio a parziale copertura della retta per le famiglie che sono in lista d’attesa, attualmente forte di cinquantadue richieste

 

No comments