Sorpresi con quasi 200 chili di rame rubato, sei fermati per ricettazione

1

TORRE DEL LAGO  – Li hanno sorpresi con del rame rubato, e nel pomeriggio di ieri i militari della Stazione Carabinieri di Torre del Lago hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto sei cittadini di nazionalità rumena, tutti pregiudicati: Fabian Radu, del ’66, Denis Barbu, del ’91, Marcel Tobias Antonescu, del ’93, Tinel Geoerge Antonescu, del ’89, Stefan Velcu, del ’91, e Gherghe Stroiescu del ’83 tutti ritenuti responsabili del reato di ricettazione in concorso.

I sei fermi rappresentano l’esito di un’articolata indagine avviata dai militari della Stazione di Torre del Lago al fine di reprimere il fenomeno dei furti di rame. In particolare i sei fermati sono stati sorpresi, dopo numerosi pedinamenti e lunghi servizi di osservazione, dal personale operante mentre trasportavano a bordo di 2 autovetture circa 181 chili i discendenti pluviali in rame. Dagli accertamenti immediatamente eseguiti è infatti emerso che l’ingente quantitativo di rame era stato trafugato lo scorso 11 settembre da una ditta della zona che a causa dell’ingente furto aveva subito un danno di diverse migliaia di euro. Dopo le formalità di rito la refurtiva recuperata è stata restituita al legittimo proprietario. L’attività odierna rientra nella più estesa azione di contrasto al fenomeno dei furti di rame avviata dall’Arma dei Carabinieri anche in Versilia e segue l’attività condotta solo poche settimane fa dalla Stazione Carabinieri di Forte dei Marmi che aveva permesso l’arresto di 4 cittadini rumeni, due uomini e due donne, ed il contestuale recupero di 2 quintali di cavi elettrici in rame di alto voltaggio, già riconsegnati al legittimo proprietario.

1 comment

Post a new comment