Spaccia a casa, arrestata e processata: pena sospesa

0

VIAREGGIO -I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Viareggio hanno arrestato in flagranza di reato una 29enne viareggina, A.B. le sue iniziali, con precedenti, poiché ritenuta responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
In particolare, spiegano i vertici dell’Arma, a seguito degli sviluppi investigativi scaturiti dagli arresti eseguiti nel corso degli ultimi giorni originati dalle attività di costante pattugliamento della Pineta di Ponente disposte dal Prefetto di Lucca e dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, i militari hanno monitorato per alcuni giorni l’abitazione della giovane. I Carabinieri durante l’attività di osservazione notavano uscire dall’abitazione un soggetto già noto in quanto assuntore di sostanze stupefacenti che veniva per questo immediatamente bloccando e sottoposto a controllo. In effetti veniva accertato che lo stesso aveva appena acquistato una dose di hashish quindi, avuta certezza che nell’abitazione era in corso un’attività di scaccio, i militari operanti hanno proceduto ad eseguire un’attenta perquisizione domiciliare a seguito della quale veniva rinvenuto il seguente materiale:
• 3 dosi di hashish del peso complessivo di 1,52 gr;
• 2 dosi di cocaina del peso complessivo di 0,43 gr;
• 8 dosi di eroina del peso complessivo di 4,39 gr;
• nastro adesivo di colore nero, generalmente utilizzato per il confezionamento;
• 1 bilancino di precisione.
• 100 euro verosimilmente provento dell’attività di spaccio.
La donna è stata quindi condotta presso la Compagnia di Viareggio per le incombenze di rito per poi essere sottoposta agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito per direttissima che ha avuto luogo presso il Tribunale di Lucca e a seguito del quale, avendo richiesto il patteggiamento, è stata condannata ad un anno di reclusione e al pagamento di 1000 euro di multa con sospensione condizionale della pena.
Le attività di costante controllo della pineta di ponente disposte dal Prefetto di Lucca in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica proseguiranno con assiduità anche nelle prossime settimane.

No comments

*