Stagione estiva 2015, emanata la nuova ordinanza balneare

0

VIAREGGIO – E’ stata emanata questa mattina la nuova ordinanza balneare per la stagione estiva 2015.

Ecco le principali novità della nuova Ordinanza di Sicurezza balneare, che sostituisce l’ormai datata n° 72 del 2011:
– obbligo per il nuotatore che si trova di fuori delle acque riservate alla balneazione, oltre la fascia dei 300 (trecento) metri dalla battigia, di utilizzare i medesimi segnali previsti per i subacquei o in alternativa una calottina di colore rosso/arancione;
– modifica del limite “acque-sicure” portato da una profondità di mt. 1,60 a mt. 1,30; tale minore profondità garantirà una maggiore sicurezza soprattutto per i piccoli bagnanti;
– il servizio di salvataggio dovrà essere attivato dalle ore 09.00 alle ore 19.00 (Orario di balneazione) anziché dalle ore 09.30 come previsto dalla precedente Ordinanza. Ciò al fine di uniformarsi con quanto recepito dai singoli comuni costieri nelle rispettive ordinanze balneari;
– ai bagnini, in aggiunta alle dotazioni obbligatorie, è stata concessa facoltà di utilizzare ulteriori attrezzature di salvataggio, quali:
– long board (tavola da salvataggio);
– rescue tube (siluro di salvataggio);
– salvagente a marsupio gonfiabile;
– giubbotto di salvataggio gonfiabile.

– modifica dell’orario dell’esercizio di qualsiasi tipo di pesca (diversa dalla pesca subacquea), del transito, ormeggio ed ancoraggio di unità navali, nonché dell’atterraggio di surf e kite surf: tali attività saranno vietate durante la stagione balneare tra le ore 07.30 e le 20.00 (anzichè dalle 08.30 alle 19.30). Quanto sopra al fine di aumentare la sicurezza della balneazione in fasce orarie sensibili, anche in considerazione della tipologia dell’utenza (famiglie al mattino presto e turisti, in particolare stranieri, nelle ore serali);
– in previsione della futura obbligatorietà, è stato raccomandato ai concessionari di dotarsi di defibrillatore per migliorare ulteriormente la sicurezza dei bagnanti;
–  i Comuni costieri sono stati incaricati di procedere a frequenti ricognizioni lungo le spiagge libere presenti lungo il litorale di competenza, al fine di verificare la permanenza in sito dei cartelli installati all’inizio della stagione balneare, in particolare del cartello riguardante il limite acque interdette alla navigazione (metri 300 dalla costa) ed il cartello relativo al limite acque sicure (mt. 1,30), provvedendo al loro ripristino in caso di rimozione.
Viste le difficoltà, ad oggi, da parte dell’Amministrazione Comunale di Viareggio, nel garantire come negli anni passati un servizio minimo di sorveglianza sulle spiagge libere, in particolare sull’ampio tratto della “Lecciona”, la Capitaneria di porto, nell’ambito delle proprie competenze istituzionali, provvederà ad intensificare la propria sorveglianza con i mezzi nautici in dotazione e personale via terra.

No comments

*