Stop ai veicoli inquinanti, Viareggio rinnova l’autoparco grazie a fondi regionali

1

VIAREGGIO – Autoparco rinnovato grazie a fondi regionali non utilizzati: acquistati 10 nuovi mezzi tutti a metano e gpl, destinati ai servizi del Verde Pubblico.

La Regione Toscana, infatti, ha destinato al Comune di Viareggio dei fondi per interventi finalizzati a migliorare la qualità ambientale (PAC: piano di azione comunale): fondi che però risultavano non completamente utilizzati nel triennio 2007 – 2010, per un importo di poco superiore ai 230mila euro, e che sarebbero stati revocati se non utilizzati entro il 1 settembre 2015.

L’Amministrazione si è quindi attivata e ha avanzato alla Regione Toscana la proposta di acquistare veicoli ad alimentazione a metano e gpl che andassero in parte a sostituire i veicoli rottamati: la scelta è ricaduta sui veicoli che maggiormente vengono utilizzati per i servizi del Verde Pubblico e degli interventi urgenti del cantiere comunale.

Dopo il parere favorevole della Regione Toscana l’ufficio ambiente ha provveduto ad acquistare tramite gara Consip sei Ape piaggio Porter e un Fiat Ducato che sono stati assegnati al servizio di manutenzione Verde pubblico, e tre Fiat Fiorino che andranno al settore Cantiere Comunale.

Oggi l’Autoparco comunale ha in dotazione ventidue mezzi ad alimentazione metano – gpl e ha provveduto alla rottamazione di venticinque vecchi veicoli con un notevole risparmio gestionale e con un impatto ambientale decisamente ridotto.

Un’operazione che ha consentito di rinnovare l’autoparco comunale senza pesare sulle casse comunali.

«L’attenzione all’ambiente per questa Amministrazione è stata la priorità sin dal primo giorno d’insediamento – commenta l’assessore con delega ai progetti europei Valter Alberici -. Dopo una ricognizione fatta dall’ufficio ambiente ci siamo resi conto che molti veicoli erano datati, quindi non più in regola con le nuove normative, oltre che molto inquinanti. Ne abbiamo richiesto la rottamazione diminuendo così sia i costi di gestione che l’impatto ambientale».

«In un momento difficile per l’economia dell’Ente sono state fatte scelte che risultano a costo zero con evidente beneficio per le casse comunali – conclude Alberici -. La ricerca di Fondi Europei e Regionali la presentazione di progetti per lo sviluppo della città, la motivazione dei propri dipendenti, restano la prioritari per questa Amministrazione affinché Viareggio possa uscire da questo, ormai lungo, periodo di letargo».

1 comment

Post a new comment