Stop alle liste d’attesa, Marroni al “Versilia”: parte il progetto

0

Proseguono gli incontri dell’Assessore per il Diritto alla Salute della Regione Toscana Luigi Marroni con il personale delle aziende sanitarie. Oggi tappa all’ospedale “Versilia” a Lido di Camaiore per un ampio confronto ed un concreto scambio di idee durante il quale Marroni ha ricordato i miglioramenti ed i risultati ottenuti dalla Toscana, a conclusione di due anni durissimi per la sanità italiana. Grazie ad un forte e professionale impegno comune di tutti i dipendenti – ha ricordato Marroni – è stato possibile migliorare l’esito delle cure ospedaliere, valorizzare i livelli essenziali di assitenza, perfezionare la rete ospedaliera ed ottenere la certificazione dei bilanci delle aziende sanitarie da parte della Corte dei Conti. Un passo avanti, invece, dovrà essere fatto per essere all’altezza delle aspettative dei cittadini che si rivolgono al Pronto Soccorso dove la qualità oggettiva è molto buona, ma “soffriamo” in termini di cortesia, informazione e comfort e per portare o riportare, a livelli standard ottimali, le liste di attesa generiche.

A questo proposito il Presidente della Conferenza dei Sindaci della Versilia Ettore Neri, il Direttore Generale della Ausl12 di Viareggio Brunero Baldacchini, il Direttore della U.O.C. di Radiologia dottor Claudio Vignali, ed il dottor Alessandro Del Carlo, rappresentante dei Medici di Medicina Generale, hanno illustrato l’avvio del progetto di abbattimento delle liste di attesa che, sostenuto da importanti investimenti, punta all’appropriatezza delle prestazioni radiografiche ed alla collaborazione con i Medici di Medicina Generale a cui viene demandata, attraverso un webcup, la responsabilità di gestire le richieste con codice per urgenza ed appropriatezza. In questo modo il Medico di Medicina Generale od il Medico specialista ospedaliero alla richiesta di prestazione potranno abbinare la prenotazione, utilizzando un codice di priorità temporale per risposte da erogare entro 72 ore, nell’arco di 10 giorni o programmabili entro due mesi.

Lo si potrà fare utilizzando al meglio le due macchine per Tac e Risonanza disponibili all’interno dell’ospedale “Versilia” che, in virtù dell’assunzione di 3 radiologi, 6 tecnici e 3 infermieri, saranno in funzione ininterottamente dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 20, ed il sabato dalle 8 alle 14. Un’estensione oraria che, a regime, permetterà di fornire oltre 5000 prestazioni aggiuntive annue.

No comments

*