Strage di Viareggio, sos ai candidati sindaco per il Parco degli Angeli e la Casina dei Ricordi

0

VIAREGGIO – Il motogruppo delle Tartarughe Lente, associazione che tra le altre cose cura la manutenzione della Casina dei Ricordi e del Parco degli Angeli, che è intitolata a due delle 32 vittime della strage ferroviaria, chiede ai candidati a sindaco di Viareggio di impegnarsi affinchè possano essere garantiti attenzione e contributi dal Comune per aiutarli a sostenere le spese necessarie per la loro attività. “Quando avrete le poltrone cosa farete per noi associazioni che curiamo un bene comune? Non lasciateci nella più totale indifferenza – chiede il presidente del motogruppo Giuliano Bandoni – noi siamo una forza che vi serve e non costa niente se non l’occorrente”. La Casina dei Ricordi raccoglie omaggi che la gente porta per ricordare le 32 vittime della strage ferroviaria, con il diario dei ricordi, dove sono contenute testimonianze di chi quotidianamente la visita. “Il Parco degli Angeli  – aggiunge Bandoni – è stato realizzato vicino a via Ponchielli, dove è avvenuta l’esplosione della cisterna di gpl. tra le varie attività svolte abbiamo quella che ci stà piu a cuore a Casina dei Ricordi e il parco degli Angeli dove noi e altre associazioni ne curiamo l’immagine con il taglio dell’erba, manutenzione dei giochi e della struttura in legno della Casina dei Ricordi, in questo periodo abbiamo messo su grazie a tante persone una discreta attrezzatura per svolgere tale compito. Chiaramente a tutto non possiamo arrivare non per le forse umane ma finanziarie, non abbiamo attività che ci garantiscano un introito quindi non possiamo far fronte alle problematiche che vi sono cominciando dall’irrigazione dove siamo riusciti a riparare alcune tubature rotte ma ci sono anche pozzi e motori irrigatori da sistemare per poi passare alle vernici di cui abbiamo bisogno per la manutenzione dei giochi, alla benzina per tosaerba e decespugliatori e manutenzione delle stessi. Di tutto questo l’unica risposta che riusciamo sempre ad avere dal comune è non ci sono fondi. Allora come associazione non facciamo politica e non vogliamo prendere parti così che rivolgiamo la nostra domanda a tutta la politica : quando avrete le poltrone cosa farete per noi associazioni che curiamo un bene che è comune? E soprattutto se noi molliamo come terrete i nostri parchi? Non lasciateci nella piu totale indifferenza noi siamo una forza che vi serve e costa niente se non l’occoreente. Grazie del’ attenzione e buone elezioni”. 

No comments

*