Stroncata sul nascere l’opera di una banda di ladri, un arresto e quattro denunce

0

VIAREGGIO – La Polizia di Stato ha stroncato sul nascere l’opera di una banda di ladri: un arresto e quattro denunce.

Una brillante operazione quella messa a segno dagli uomini della dirigente Rosaria Gallucci

Il dispositivo di sicurezza approntato dal Commissariato di Viareggio al fine di contrastare i fenomeni di microcriminalità ed arginare i reati contro il patrimonio, continua a produrre i suoi risultati.
Gli agenti, nella serata di ieri, in via Aurelia Nord, hanno notato un’auto sospetta con quattro individui a bordo.
Notata la volante alle calcagna hanno tentato di accelerare per non essere fermati, ma la pattuglia li ha prontamente raggiunti e bloccati.
Declinate le proprie generalità i quattro cittadini albanesi, irregolari sul Territorio Nazionale, sono stati poi sottoposti agli accertamenti di rito.
Ne sono emersi, per tre dei quattro, precedenti di polizia inerenti gravi reati contro il patrimonio e la persona.
Proprio per i trascorsi di alto spessore criminale i poliziotti hanno effettuato la perquisizione personale estesa al veicolo che ha portato al rinvenimento di due paia di guanti e due grossi cacciavite con punta a taglio, strumenti questi usati comunemente dal “topo d’abitazione modello”.
Per uno dei quattro, il 27enne Qazim Gashi con precedenti per reati contro il patrimonio, è scattato l’arresto perché è risultato che non doveva trovarsi in Italia bensì nel suo paese di origine, così come disposto dal Prefetto di Roma con decreto di rimpatrio emesso nei primi mesi del 2015 con obbligo allo straniero di non far ritorno in Italia per anni cinque.
L’arrestato e gli altri tre cittadini albanesi, P.A. 30 anni con precedenti per sequestro di persona a scopo di estorsione, P.N. 25 anni con precedenti per rapina e lesioni personali e D.G. 27 anni incensurato, sono stati indagati per il reato di possesso ingiustificato di chiavi o grimaldelli e per la loro irregolarità sul Territorio Nazionale.
A carico dei denunciati sono state inoltre avviate le procedure volte all’adozione dei provvedimenti di espulsione

No comments

*