Tallio nella rete idrica, Giovanni Santini chiede comunicazioni urgenti

0
PIETRASANTA – E’ Giovanni Santini, dal Consiglio Regionale, a chiedere comunicazione urgente in merito al tallio a Pietrasanta.  “Premesso che – scrive in una nota – solo per puro caso tre geologi dell’università di Pisa hanno trovato la presenza di tallio nelle acque della sorgente di Mulini di Sant’Anna, avendo avuto poi la premura di verificare l’eventuale correlazione tra la quantità spaventosa di tallio trovato nell’acqua di falda (ben 9mila microgrammi) e quella che scorre nell’acquedotto; in seguito alla scoperta compiuta e sopra richiamata dai tre geologi, ad inizio del mese di novembre, il comune di Pietrasanta ha richiesto a GAIA spa di effettuare i necessari ed urgenti controlli sulla rete idrica locale, dai quali è stata confermata la presenza di tallio nella rete distributiva del Centro di Pietrasanta in concentrazioni superiori ai limiti raccomandati dal testo unico ambientale. Il sindaco di Pietrasanta, in conseguenza delle analisi effettuate sulla risorsa idrica, ha emanato una ordinanza di divieto di utilizzo dell’acqua per scopi potabili ed alimentari ed ha organizzato con GAIA il rifornimento idrico di acqua potabile tramite cisterne.  Constatato che, in data 15 novembre il Presidente della regione a Pietrasanta per motivi non legati a questi accadimenti, si è trovato, suo malgrado, a confrontarsi con gli abitanti del territorio comprensibilmente esasperati da quanto stanno vivendo, dal confronto imprevisto, che ha avuto toni particolarmente “effervescenti”, è emersa da un lato la comprensibile impreparazione del presidente e dall’altro la promessa di risposte esaustive entro 4/5 giorni. tutto ciò premesso e considerato, invitano il  Presidente della regione a tenere una comunicazione urgente in consiglio regionale al fine di

–          Ricostruire i dettagli della vicenda;

–          Determinare la partecipazione della regione alla risoluzione del problema;

–          Intervenire sull’attuale legislazione (L 31/2001) assolutamente carente nella previsione di questo inquinante, e, temiamo, di altri possibili.

No comments

*