Tassa di soggiorno: “Grave la posizione di chi teorizza l’evasione”

0

VIAREGGIO – “Crediamo che sia gravissima e da stigmatizzare la risposta di alcuni albergatori che a quanto si legge non intendono girare la tassa di soggiorno che il Commissario ha dovuto applicare a quei livelli a seguito del dissesto”. Ad affermarlo, in una nota stampa che pubblichiamo integralmente, è Massimiliano Bindocci, segretario della Camera del Lavoro di Viareggio: ” Le tasse al massimo sono sicuramente un problema con cui Viareggio dovrà convivere per diversi anni a seguito della fase di dissesto intrapresa e nessuno si può sottrarre.
Comprendiamo alcune ragioni e che le differenze tra comuni limitrofi con offerte uguali penalizzi gli alberghi di Viareggio, però la risposta deve essere in termini di offerta adeguata e di prezzi da calmierare.  Le Organizzazioni Sindacali sono disponibili sia con la contrattazione che negli enti bilaterali a concertare soluzioni. Insistiamo poi sul fatto che proprio a Viareggio molti non pagavano tasse e anche la relazione del MEF lo conferma precisando altresì che non si capisce dagli atti che la Viareggio Patrimonio dava al Comune cosa la VP si facesse rispetto a coloro che non pagavano. Il Commissario ha organizzato – come abbiamo letto – una task force anti evasione, aspettiamo di capire come opererà e di vedere i risultati. Sostenere anche in modo provocatorio il diritto a nonpagare le tasse previste riteniamo sia estremamente grave e bene hanno fatto le associazioni di categoria a non lasciarsi coinvolgere. Forse solo se tutti pagano si può pagare meno tutti, ed in tal caso dovremo partire dal far pagare meno la scuola, il diritto alla casa, e dal sostenere con esenzioni e riduzioni i disoccupati, i pensionati e i lavoratori con Isee più basso.Teorizzare di non pagare quello che si deve pur se comprensibile è francamente irrespsonsabile”.

No comments

*