Tasse sospese nei Comuni colpiti dal maltempo, parla il direttore di Confcommercio

0

VERSILIA – Il direttore di Confcommercio Imprese per l’Italia – Province di Lucca e Massa Carrara Rodolfo Pasquini prende come spunto la decisione del Governo di sospendere il pagamento delle tasse per i cittadini dei Comuni colpiti da eventi alluvionali per esprimere alcune considerazioni riguardanti gli enti locali. “Indubbiamente – dice Pasquini – la misura varata dal Governo, perlomeno sul piano degli intenti, va nella direzione auspicata più volte da parte della Confcommercio, che è quella di venire incontro a tutti i cittadini, quindi commercianti, imprenditori e non, colpiti a vario titolo dal maltempo. Tanto per restare al recente passato, la nostra associazione ha chiesto lo scorso luglio la sospensione delle tasse per la popolazione della Valfreddana”. “Confcommercio – aggiunge Pasquini – ritiene però che la misura di sospendere le tasse, e qua ci riferiamo
soprattutto alle attività commerciali, debba essere presa in considerazione anche in casi di forti disagi non necessariamente collegati a calamità naturali. Ne sono alcuni esempi la prolungata chiusura della strada statale del Brennero a Borgo a Mozzano dei mesi scorsi, che ha messo in ginocchio il commercio di Chifenti e Bagni di Lucca o, per rimanere all’attualitàdi questi giorni, la sostituzione del ponte girante di Viareggio che di fatto sta isolando da settimane il commercio di via Regia, ”. “Gli enti locali – chiude il direttore di Confcommercio – devono capire che i commercianti, già costretti a fare i conti con una pressione fiscale asfissiante e il calo dei consumi prodotto dalla crisi economica generale, devono essere aiutati in modo concreto, laddove si verifichino emergenze o situazioni straordinarie come l’apertura di un cantiere per nuove infrastrutture. E
la sospensione momentanea delle tasse, senza dubbio, è e resta una misura praticabile se esista la volontà politica di attuarla”.

No comments

*