Tentano di rubare un furgone, tre rom del campo nomadi inseguiti e presi

0

Ancora arresti a Viareggio, per mano della Polizia. Il dispositivo di sicurezza approntato dal Commissariato di Viareggio al fine di contrastare i fenomeni di microcriminalità ed arginare i reati contro il patrimonio, continua a produrre i suoi risultati.

A finire in manette, sono stati tre rumeni, Marian Udila, Gheorghe Troiescu e Stefan Chirita. tutti domiciliati al campo nomadi di Torre del Lago, in via Cimarosa, con precedenti penali per furti e reati contro la persona. Sono stati gli agenti della Squadra Volante ad arrestarli per tentato furto aggravato, e in concorso, e possesso ingiustificato di arnesi da scasso.

Il terzetto aveva provato a rubareun furgone in sosta nel quartiere Migliarina ; nel dettaglio, dopo aver infranto il vetro di una portiera e scardinato la scatola guida posizionata sotto il volante, hanno strappato i fili dal blocchetto di accensione ed unendoli tra di loro avevano già messo in moto il mezzo, pronti a fuggirci a bordo.

Il tempestivo intervento di due pattuglie della Squadra Volante permetteva di sorprendere i tre malviventi che vistisi ormai braccati scendevano dal furgone di gran fretta cercando di fuggire.

Durante la breve fuga per le vie del quartiere Migliarina conclusasi in via Ciabattini, i tre malfattori si sono disfatti di due cacciaviti ed una punta di un martello pneumatico, ma venivano bloccati e accompagnati negli uffici del Commissariato.

Il Troiescu è anche stato trovato anche in possesso, occultato in una tasca dei pantaloni, di un paio di forbici. Tutto il materiale atto allo scasso è stato sequestrato dagli agenti.

Processati per direttissima, per due di loro, condannati a un anno, si sono aperte le porte di una cella del carcere di San Giorgio.

No comments

*