Terrorismo, aumentano i controlli anche a Viareggio: arrivati i rinforzi

0

VIAREGGIO – Il Commissariato di Polizia.di Viareggio, a seguito dell’aggregazione di uomini e mezzi disposti dal Dipartimento della pubblica Sicurezza e su impulso del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica convocato in Prefettura – all’indomani dei fatti Parigi –  come anche a Pisa, Firenze Lucca e altre città toscane, ha intensificato l’attività di Istituto predisponendo un piano articolato di servizi di prevenzione mirati su zone oggetto di fenomeni di criminalità diffusa.

In aggiunta al dispositivo di controllo del territorio, anch’esso potenziato, costituito dalle volanti e dal servizio del Poliziotto di quartiere, sono state impiegate nell’ultima settimana pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine composte da personale della Polizia di Stato specializzato.

Proprio in esecuzione di un mirato servizio di prevenzione, gli agenti delle volanti, sono penetrati all’interno del parco cittadino sorprendendo una persona, di chiare origini magrebine, intenta a confezionare dosi di stupefacenti su un tavolo in legno. Il giovane straniero, nella speranza di procurarsi l’impunità, si è dato alla fuga che è terminata in via Fratti dove è stato prontamente bloccato ed arrestato. Dakir Bouchaib, marocchino di 22 anni con precedenti penali inerenti l’immigrazione clandestina e senza fissa dimora in Italia, è stato trovato in possesso di due sacchetti contenenti, il primo, 16 dosi di cocaina confezionata in altrettanti involucri pronti per lo spaccio e il secondo un pezzo solido di cocaina destinato ad essere porzionato in dosi. Il peso complessivo dello stupefacente è risultato essere di 33,6 grammi. Indosso all’extracomunitario sono stati rinvenuti, inoltre, tre telefoni cellulari e la somma di 295 euro suddivisa in banconote di vario taglio provento illecito dell’attività di spaccio. La sostanza stupefacente, il denaro ed i telefoni cellulari sono stati sottoposti a sequestro. Messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nell’udienza tenutasi questa mattina presso il Tribunale di Lucca, l’arresto è stato convalidato e lo straniero è stato condannato alla pena di 2 anni e 2 mesi, con la multa di 2000 euro, con il beneficio della sospensione condizionale della pena. È stata inoltre disposta dal giudice la confisca di quanto sottoposto a sequestro.

No comments

*