Torre del Lago e crimine, i cittadini ne parlano con le Forze dell’Ordine

0

TORRE DEL LAGO – Si è svolto questa mattina presso i locali della circoscrizione di Torre del Lago Puccini l’incontro tra la cittadinanza e i rappresentanti delle forze dell’ordine promosso dalle liste civiche Movimento Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini e Per Torre del Lago Puccini. Un momento di confronto, talvolta anche acceso, in cui si è cercato di affrontare ed esternare le problematiche relative alla sicurezza sul territorio comunale, in particolar modo della frazione. Nessun rappresentante dal Comune di Viareggio, né nella persona del commissario prefettizio né alcun suo delegato. Di fronte ai rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato i cittadini sono intervenuti raccontando le proprie esperienze ( e lo stesso avevano fatto quando, al bar Caffè dell’Opera, in molti si erano ritrovati ai microfoni del collega Gabriele Altemura, come scritto in diretta da Tgregione.it: Escalation di furti a Torre del Lago, i cittadini si sfogano in tv –) , segnalando situazioni da tenere sotto stretta attenzione e, comprensibilmente, anche la latitanza delle Istituzioni di dovere, a partire dai legislatori, in tema di sicurezza e certezza del diritto, intesa sia come tutela che in ambito giudiziario. Nonostante si sia svolto in orario d’ufficio l’incontro ha visto una buona e attiva partecipazione di pubblico. Ad iniziare la discussione è stato l’Avvocato Massimiliano Baldini del Movimento Cittadini, a cui hanno seguito gli interventi di Roberto Tedeschi e Alberto Pardini, entrambi della Per Torre del Lago, e quelli dei cittadini. Vi è stata un’analisi ampia delle problematiche del territorio: dalle pinete diventate zone di spaccio e “residenza” per stranieri, al campo Rom di via Cimarosa, passando per prostituzione, case affittate in modo dubbio e le difficoltà di un territorio difficile da coprire per la sua struttura e le ampie vie di fuga e oscurità. “L’illegalità a Torre del Lago ed in generale su tutto il territorio comunale ha superato i livelli di guardia e rasenta un vero e proprio allarme sociale – ha dichiarato Massimiliano Baldini – serve una presa di coscienza, ma soprattutto un impegno forte, vero e concreto da parte delle Istituzioni per fronteggiare una situazione oramai sfuggita di mano e riportare fiducia e tranquillità nei cittadini, esasperati e costretti a barricarsi in casa. In uno stato di diritto quale siamo non è accettabile quanto sta accadendo”. E’ di pochi giorni fa la denuncia da parte di alcuni residenti della frazione pucciniana di personaggi incappucciati e armati di attrezzi da scasso ( leggi anche: Cappuccio in testa e sciarpa nera sul volto: strane presenze … ). “L’esasperazione dei cittadini tocca livelli allarmanti, siamo stati portati sull’orlo del baratro, e rischiamo di superare quel punto in cui per il singolo sorgerà la necessità di difendersi da solo perché in nome di un buonismo utile ai pochi, lo Stato ha spuntato tutte le sue armi – commentano invece Pardini e Tedeschi – servono interventi immediati a cominciare dal riattivare le telecamere in paese, ferme da mesi perché il ced del comune non è intervenuto, dandone poi supervisione incrociata alle Forze dell’Ordine; poi serve una riforma della Polizia Municipale di modo che sia più funzionale alle necessità del territorio, con più agenti in strada e meno in ufficio, anche di notte, e perché no, chiedere anche l’appoggio dei militari per il controllo del territorio”. Il Movimento Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini e la Per Torre del Lago Puccini riproporranno altri incontri di questo tipo tra cittadinanza, Istituzioni e forze dell’ordine di modo da tenere alta l’attenzione.

10013094_10205469329191005_1368421990485709470_nSull’incontro interviene anche il Partito Liberale con il segretario provinciale Maurizio Rosselini che a margine dei lavori dichiara: “La situazione è insostenibile da anni e si continua a rimandare sine die qualsiasi serio provvedimento, anzi si assumono decisioni che vanno ulteriormente a destabilizzare i cittadini. “Prima che accada l’irreparabile è necessario che le forze dell’ordine vengano diversamente spalmate sui nostri territori, anche con l’aiuto dell’esercito laddove la polizia municipale, carabinieri e polizia non riescono a prevenire una criminalità ormai capillarmente diffusa”.

No comments

*