Torre del Lago e Viareggio sotto controllo, denunce e fogli di via

0

VIAREGGIO – Nel corso dello svolgimento degli assidui servizi di prevenzione volti al contrasto ed alla dei reati in genere effettuati nelle zone considerate a rischio della città dagli uomini del Commissariato di Viareggio, nei giorni scorsi, è stato disposto un rimpatrio con foglio di via obbligatorio ed indagati un uomo per guida senza patente ed una donna per furto aggravato e inottemperanza al Foglio di Via Obbligatorio..

In particolare: M.G.N. 38enne di origini liberiane residente a Lucca con numerosi precedenti per furto aggravato, lesioni personali, ingiuria, minaccia, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale, interruzione di pubblico servizio e detenzione di stupefacenti è stato sottoposto a controllo sul lungomare di Torre del Lago. L’uomo, non fornendo esaurienti motivazioni circa la sua permanenza nel territorio versiliese e non in regola con il permesso di soggiorno, è stato rimpatriato con foglio di via obbligatorio che gli impone il divieto di fare ritorno nei comuni di Viareggio, Massarosa e Camaiore per tre anni. Nei sui confronti sono in adozione i provvedimenti volti alla sua espulsione dal Territorio Nazionale; A.A. 46enne di origini napoletane è stato indagato in stato di libertà per il reato di guida senza patente. L’uomo è stato controllato dagli uomini delle volanti del Commissariato di Viareggio mentre si aggirava a bordo del suo ciclomotore sprovvisto di targa in via Regia.
Quando è stato fermato non ha saputo fornire spiegazioni circa la mancanza della targa, anzi candidamente ha anche ammesso di circolare senza certificato di idoneità del ciclomotore, senza assicurazione e soprattutto senza mai aver conseguito la patente di guida. Sottoposto a sequestro amministrativo il veicolo gli agenti gli hanno contestato le sanzioni amministrative del caso denunciandolo all’Autorità Giudiziaria per guida senza patente; G.M. di origini tedesche di 46 anni è stata indagata in stato di libertà per il reato di furto aggravato e per l’inottemperanza al divieto di ritorno nel Comune di Viareggio. La donna è stata sorpresa dal personale di vigilanza antitaccheggio di un supermercato dopo che aveva superato le casse senza pagare merce alimentare occultata all’interno della sua borsa.
Quando sono giunti gli agenti del Commissariato di Polizia di Viareggio hanno riconosciuto la nota pregiudicata ed accertato il furto commesso nonché la sua illegale presenza sul territorio comunale.

No comments

*