Torre del Lago, iniziata la raccolta firme per la chiusura del campo Rom

0

TORRE DEL LAGO PUCCINI – Con l’avvento del 2015 il comitato “Via Cimarosa”, costituitosi a dicembre, ha dato il via alla raccolta firme per sollecitare la risoluzione delle problematiche relative alla presenza del campo Rom nella frazione e del campo illegale adiacente, che la cronaca spesso ha portato alla ribalta per la presenza di personaggi note alle forze dell’ordine per reati di vario genere.  “La parola d’ordine è legalità – esordiscono i fondatori del comitato – e nell’area del campo sono numerose le questioni illecite che avvengono alla luce del sole, situazioni su cui spesso le autorità competenti, volenti o nolenti, sorvolano, e che la stampa ha più volte documentato”.

Rimozione del campo illegale sorto accanto a quello regolare, bonifica dell’area dalle montagne di rifiuti che vi vengono abbandonate dai nomadi, comprese carcasse di auto e biciclette, ma anche batterie e guaine di cavi elettrici; verifica delle fonti di sussistenza dei membri del campo regolamentare e la valutazione del rispetto del patto di legalità firmato tra rom e Comune. Sono queste le richieste per le quali i cittadini sono chiamati a firmare nei numerosi punti predisposti tra Torre del Lago Puccini, Bicchio e Viareggio.

Nella frazione la tensione è alta, complici i continui furti nelle abitazioni e non solo che la popolazione riconduce spesso alla presenza dei nomadi e a quel campo “di passaggio” in cui potrebbero – il condizionale è d’obbligo – trovar appoggio personaggi dediti ad azioni criminose. Non solo, la sparizione della Madonnina del Padule (il cui loculo si trova proprio all’ingresso del campo), le condizioni igienico sanitarie pessime di cui l’ex assessore Lazzerini, intervenendo su 50 Canale, diede gran parte delle responsabilità agli stessi abitanti del campo, ma anche l’elevato degrado ambientale e i sospetti di attività di prostituzione, non fanno altro che peggiorare il clima attorno a questa realtà. “L’esperimento del campo Rom è totalmente fallito, sotto ogni punto di vista – spiegano i promotori della raccolta firme – non vi è stata integrazione e la politica di ogni schieramento li ha semplicemente lasciati lì, senza mai decidere in un senso o nell’altro, lasciando che la situazione degradasse e che a pagare fossero i cittadini”, “ci chiediamo anche dove sia in tutto questo chi deve vigilare sull’ambiente, solitamente sempre pronto ad intervenire, giustamente, nei confronti di comportamenti sbagliati da parte dei cittadini, ma colpevolmente silenzioso in questo caso”.

“L’obbiettivo è di portare al commissario Valerio Massimo Romeo il più ampio sostegno popolare possibile per avviare le azioni di controllo dello stato di legalità e di sussistenza dei due campi, regolare e irregolare” concludono, “sia chiaro: respingiamo qualsiasi accusa strumentale di razzismo o discriminazione, a noi interessa il ripristino della legalità in ogni sua forma”.

Ecco i punti dove si può sottoscrivere la petizione:

Torre del Lago Puccini:

_Bar Bini
_Caccia & Pesca Parenti
_Bar dello Sport
_Ipersoap
_Agraria Zoomania
_Giornalaio Orlandi
_Teddy Palomino

Viareggio:

_Trattoria L’Ippocampo (loc. Darsena)
_Edicola Via Aurelia (Varignano)

Questo invece il link alla pagina Facebook del comitato promotore:

https://www.facebook.com/groups/1571403826405375/

No comments

*

Estate 2016: A.A.A., animatori cercasi

VIAREGGIO – L’Associazione culturale Viva, leader nel settore dell’animazione turistica con una consolidata e pluriennale esperienza nell’organizzazione di eventi, SELEZIONA ANIMATORI AMBOSESSI da inserire presso ...