Trovato con 160 piante di cannabis e arrestato, finisce in cella

0

LIDO DI CAMAIORE – Durante il pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Lido di Camaiore, a conclusione di una specifica attività investigativa finalizzata a prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato Cristiano Masini, classe 1965, operaio con precedenti, poiché ritenuto responsabile del reato di produzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella circostanza i militari predisponevano un mirato servizio di osservazione in abiti civili nei pressi dell’abitazione del predetto in quanto erano stati notati strani movimenti. In considerazione dei precedenti specifici annoverati dal Masini appariva sin da subito chiaro che le attività poste in essere all’interno dell’abitazione potessero essere riconducibili alla produzione di sostanze stupefacenti. I militari decidevano quindi di intervenire una volta avuta la certezza che l’uomo fosse all’interno dell’abitazione e, come previsto, a seguito della perquisizione eseguita, veniva rinvenuta all’interno di una serra appositamente attrezzata con un sistema di areazione ed irrigazione la seguente sostanza stupefacente:
· 165 piante di “cannabis indica” dell’altezza media di circa 200 cm;
· 69 piantine in fase di crescita;
· 8 involucri contenenti complessivamente 3,6 kg di foglie di marijuana essiccate.
Tutto il materiale è stato quindi posto sotto sequestro mentre  Masini veniva condotto in caserma per le incombenze di rito e successivamente accompagnato presso la propria abitazione agli arresti domiciliari ove ha atteso l’udienza di convalida che ha avuto luogo questa mattina presso il Tribunale di Lucca. A seguito dell’udienza l’arresto è stato convalidato e nei suoi confronti è stata disposta la misura cautelare della custodia in carcere in attesa della prossime udienze.

No comments

*