Tubone, riunione in Regione: “Per 11 anni niente di fatto, Viareggio non tollera sprechi”

0

VIAREGGIO – Si è tenuta questa mattina in Regione la riunione del comitato di sorveglianza dell’accordo integrativo per la tutela delle risorse idriche del lago di Massaciuccoli. Presenti al tavolo oltre all’assessore regionale Federica Fratoni, il Comune di Viareggio, nella persona dell’assessore Federico Pierucci, e i rappresentanti del Parco di Migliarino San Rossore, dei Comuni di Massarosa e Vecchiano, di Arpat e dell’Autorità di Bacino.

«Durante l’incontro è stata espressa la volontà di rivedere il progetto di derivazione del fiume Serchio nel lago di Massaciuccoli (il tubone) – dichiara l’assessore Pierucci -: dopo ben 11 anni dall’accordo integrativo che risale al 26 gennaio 2006 è demoralizzante constatare come non sia stato realizzato alcunché sul fronte della parte preponderante del progetto, quella relativa alla derivazione del fiume Serchio che prevedeva una spesa pari a 18milioni di euro».

E’ bene ricordare che il Comune di Viareggio è stato soggetto attuatore di una parte importante del progetto generale relativo alla bonifica della discarica delle Carbonaie completamente eseguita, collaudata e rendicontata per un importo di 2milioni e 500mila euro.

«E’ evidente che se si vuole rivedere e ridiscutere l’intero progetto non si possa prescindere dalla salvaguardia della finalità di base: risanare definitivamente il lago – continua l’assessore -. I fondi messi a disposizione dal Ministero non devono essere utilizzati per mettere in piedi uno stillicidio di piccole opere di interesse locale ma devono essere finalizzate a un progetto organico e globale come era, seppur con i relativi difetti, quello messo in campo nel 2006».

«Abbiamo estremamente bisogno di un investimento importante sul lago e quei 18milioni devono andare finalmente a finanziare un piano di interventi risolutori da attuare in tempi brevi».

«Questa vicenda rischia in caso contrario – conclude Pierucci – di diventare un esempio palese di mala gestione delle risorse pubbliche e di incuria delle risorse ambientali del nostro territorio che questa Amministrazione non intende tollerare».

No comments

*