Tuffo in parrucca, oltre 30 mila euro per il “Meyer”

LIDO DI CAMAIORE  – Lido di Camaiore campione di solidarietà. Lo certificano i 30.186 euro raccolti dagli stabilimenti balneari lidesi durante il “Nicco and Friends”, il maxi tuffo in parrucca che lo scorso 17 agosto aveva colorato i 3 chilometri di costa camaiorese con l’obiettivo di sostenere la realizzazione di un’unità di cura per gli adolescenti con patologie oncoematologiche all’ospedale pediatrico “Meyer” di Firenze, un progetto unico nel suo genere in Italia promosso dall’associazione “Nicco Fans Club Onlus” di Poggio a Caiano.Alla cifra raccolta dagli stabilimenti con la distribuzione in spiaggia delle parrucche colorate in cambio di una piccola offerta (in tutto circa 12 mila euro), si sono infatti aggiunte altre migliaia e migliaia di euro portate da gadget, felpe e t-shirt che i volontari del “Nicco Fans Club Onlus” avevano lasciato “in dote” alle strutture costiere e che sono andate letteralmente a ruba.“Abbiamo tirato le somme – ha spiegato il presidente dell’associazione Balneari Lido di Camaiore, Luca Petrucci, alla simbolica firma dell’assegno avvenuta sul pontile – e la cifra è salita vertiginosamente, oltre ogni più rosea aspettativa. Un risultato che ci inorgoglisce e per il quale ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno partecipato a quella bellissima giornata”.

“Siamo felicissimi – hanno rimarcato all’unisono Federico e Silvia Matteucci, genitori del piccolo Niccolò e fondatori del ‘Nicco Fans Club Onlus’, nato come supporto al bambino e alla sua lotta quotidiana con la leucemia ma, ben presto, divenuto un motore di solidarietà ad ampio raggio – è una cifra importante per il ‘Progetto Adolescenti’ ma anche la conferma dell’enorme sensibilità di questa terra: speriamo di aver costruito qui una base solida per iniziative future”.

Dopo la firma del maxi assegno, “suggellata” anche dalla presenza della Capitaneria di Porto di Viareggio con il Sottotenente di vascello Alessio Agostini, ecco l’arrivederci al 2015: “Partecipare a quella giornata è stato emozionante – ha concluso l’assessore al turismo del Comune di Camaiore, Carlo Alberto Carrai – come amministrazione siamo onorati di aver ospitato questo evento e vogliamo candidarci fin d’ora per il prossimo anno, magari coinvolgendo anche gli altri Comuni della costa versiliese”.

Lascia un commento