Turandot, nell’affascinante fiabesco allestimento di Angelo Bertini, torna in scena nel Gran Teatro

0

TORRE DEL LAGO – Turandot, nell’affascinante fiabesco allestimento di Angelo Bertini,  torna in scena nel Gran Teatro in riva al Lago di Massaciuccoli, con lo straordinario cast che vede nel ruolo del titolo  Giovanna Casolla e in quello di Liu Serena Farnocchia mentre  Walter Fraccaro sarà  Principe Calaf. Sul podio Marco Balderi.

Accolto con grande calore dal pubblico che gremiva l’arena in riva al lago alla prima rappresentazione,  torna in scena giovedì 14 agosto (ore 21.15) la Turandot di Giacomo Puccini nel nuovo allestimento di Angelo Bertini che ha firmato per questa produzione, scene, regia e costumi. Turandot è l’unica opera pucciniana basata su un soggetto fiabesco e proprio questa dimensione da fiaba che  Angelo Bertini ha voluto  celebrare con il suo progetto scenografico che, grazie al raffinato disegno luci di Valerio Alfieri,  ha regalato al pubblico un turbinio di emozioni dalla prima all’ultima scena. Turandot,  uno dei titoli pucciniani che più affascina lo spettatore, è  ambientata in una Pechino della fantasia, fuori dal tempo, amore e morte si riassumono nella figura della bellissima Turandot, a cui darà voce l’insuperabile Giovanna Casolla,  che sfida i suoi pretendenti con la risoluzione di tre enigmi. Sarà Calaf, Walter Fraccaro,  a far breccia nel cuore della principessa “di gelo”, mentre Serena Farnocchia darà voce alla schiava che Liù che si sacrifica  per amore.

Completano il cast Marco Voleri l’imperatore Altoum , Ing Sung Sim, Timur . I tre ministri Ping Park Joungmin, Pang Nicola Pamio, Pong Francesco Pittari, Un mandarino Claudio Ottino, I Ancella Myrto Bocolini, II Ancella Marina Gubareva, Principe di Persia Simone Frediani. Il disegno luci è di  Valerio Alfieri. Assistente alla regia Luca Ramacciotti. Il Coro del Festival Puccini è istruito da Francesca Tosi e il Coro delle voci bianche del Festival Puccini è diretto da Sara Matteucci.

Ad esaltare la grandiosità e le raffinatezza della partitura pucciniana la bacchetta  di Marco Balderi alla guida di Orchestra e Coro del Festival Puccini

Turandot replica il 17 -23-29 agosto.

No comments

*