Turismo sempre meno, Marchi: “Mancano politiche di crescita”

0

“La Confcommercio della Versilia ha preso posizione riguardo alle affermazioni del presidente degli albergatori viareggini e noi non vogliamo essere da meno”.

La nota stampa porta la firma del segretario della Filcams Cgil, Umberto Marchi: “Ancora prima, la Filcams Cgil aveva già denunciato sulla stampa situazioni di disagio che ci sono sulla costa versiliese”.

Umberto Marchi, unitamente al delegato sindacale Savino Lo Russo, che lavora presso un albergo di Viareggio al momento chiuso, si allineano a una situazione veramente disastrosa. “Abbiamo un territorio – continua Marchi – invidiabile, ottimi potenziali di ripartenza, ma senza investimenti mirati e quei pochi fatti sicuramente risicati. Nessuno si ricorda gli anni ‘70/80 quando la Versilia era affollatissima, la passeggiata di Viareggio era diventato un ingorgo umano, di fronte al “Margherita”, la calca a sentire le canzoni di cantanti più o meno conosciuti che venivano nella nostra terra a fare le loro serate, bar, ristoranti pieni e gli alberghi non erano di meno, altri tempi, oggi con la scusa che l’economia va male nessuno ha intenzione di investire, a partire proprio dalle amministrazioni comunali che dovrebbero vedere come sono trascurate le nostre strade, i nostri giardini, uno per tutti, piazza D’Azeglio il salotto buono di Viareggio, lasciato in totale abbandono. Chiamarli giardini è un complimento, sono terreni di erbacce, pavimentazione che a causa degli alberi saltano con chiaro pericolo a camminarci, panchine prese da assalto da soggetti poco raccomandabili forse dedite molto di più ad altro che alla vendita di un ombrello, senza parlare degli alberghi anch’essi senza un’adeguata ristrutturazione. Se vogliamo rilanciare il turismo e ripartire dando occupazionalità e ricchezza nel nostro territorio, continua Lo Russo, dobbiamo investire per richiamare nella nostra Viareggio affluenza turistica, sono un precario, uno di quelli che la Versilia ne è piena, lavoro in un albergo che quest’anno ha ben pensato di non aprire mettendoci tutti in cassa integrazione, di precari il nostro settore ne è pieno, avevamo una Versilia stupenda ci siamo fatti portare via lo scettro da altri territori, le amministrazioni comunali non ci aiutano in questa battaglia, parcheggi a pagamento ovunque, degrado cittadino, chi torna a Viareggio dopo anni non la riconosce più e chi abita nelle nostre zone va a fare vacanze altrove in posti meno costosi e più puliti e l’estero è al primo posto. Siamo troppo cari, le nostre tariffe sono alle stelle, se vogliamo un turismo d’elite ci dobbiamo lavorare, la promozione turistica è scomparsa, un ruolo che forse dovrebbero farsi carico i vari comuni lavorando insieme, invece sembra notare che ogni territorio vorrebbe fare per conto proprio, magari per strappare il turista alla città limitrofa affermano i sindacalisti, mancano punti di lavoro comune, un’organizzazione che consenta far nuovamente crescere e portare alla ribalta la nostra terra. Poche cose concludono Marchi e Lo Russo, siamo certi che lavorando per il rilancio, in pochi anni la Versilia si ripopolerà di turismo, ma se non investiamo, non pubblicizziamo, i turisti mancheranno sempre più e con loro il lavoro delle persone che operano in questo settore che si troveranno inesorabilmente licenziate”.

No comments

*