Tutela ambientale, se ne parla a Villa Borbone

0

VIAREGGIO – Sversamento di gasolio nei canali che sfociano in mare, divieti di balneazione in lidi dove dovrebbe sventolare la bandiera blu, indagini per verificare i livelli di inquinamento prodotti dalle attività nautiche, l’alto tasso di tallio che induce i sindaci a vietare l’uso potabile dell’acqua nei comuni della Versilia. Un lago – quello di Massaciuccoli – abbandonato e ridotto a una pozza asfittica anche per i pesci che ci vivono, anzi ci muoiono. E ancora, il problema delle cave, quello delle discariche abusive. Li chiamano problemi ambientali, invece sono un’ipoteca sulle attività turistiche e balneari e sulla salute della popolazione. La soluzione? Più etica, rispetto all’ambiente, più prevenzione e repressione degli illeciti per preservarlo. E’ questa la ricetta proposta nel convegno di venerdì prossimo, 18 dicembre, a Villa Borbone di Viareggio dall’Associazione di cultura Nuova Civiltà Mediterranea col patrocinio del Comune di Viareggio. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.30, illustri relatori coniugheranno insieme questi due imprescindibili aspetti del problema. La repressione può essere efficace quando c’è la coscienza collettiva che preservare l’ambiente è compito di tutti.

Nella cornice verde di villa Borbone si parlerà quindi di ambiente in questo senso, ma non solo: l’iniziativa, aperta a tutti i cittadini di Viareggio e della Versilia, permetterà di fornire “istruzioni” operative agli operatori di polizia chiamati a partecipare.A condurre il lavori sarà Alessia Brogi, segretario nazionale di NCM. Si alterneranno sul palco autori di indiscusso prestigio come il prof. Stefano Zamagni dell’Università di Bologna, il mons. Giovanni Scarabelli che presiede il Centro Studi Villa Borbone, il Comandante del Nucleo Tutela Ambientale dei Carabinieri per la Toscana capitano Massimo Planera e la dr.ssa Lucia Rugani sostituto procuratore della Procura di Lucca.

IL PROFILO DEI RELATORI

Il Prof. Stefano Zamagni insegna Economia presso l’Università di Bologna. E’ stato docente all’Università di Parma, alla Johns Hopkins University, all’Università Bocconi di Milano. E’ stato presidente dell’Agenzia per le Onlus, ente governativo con funzioni di vigilanza e controllo, promozione, consulenza a Governo e Parlamento in materia di associazioni no profit. In quanto consultore del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, è stato tra principali collaboratori di Papa Benedetto XVI per la stesura del testo dell’Enciclica Caritas in veritate. Il 9 novembre 2013 è stato nominato da Papa Francesco membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze.
Al convegno di Nuova Civiltà Mediterranea relazionerà su: Ambiente ed economia alla luce dell’Enciclica “Laudato si” di Papa Francesco.

Il Monsignor Fra Giovanni Scarabelli presiede il Centro Studi Accademia Villa Borbone di Viareggio. Ha al suo attivo numerose relazioni a convegni e pubblicazioni.
Al convegno di Nuova Civiltà Mediterranea relazionerà su:“Il Mediterraneo come frontiera”

La dottoressa Lucia Rugani è Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lucca. Si è occupata di diverse indagini in materia di reati ambientali, alcune relative all’inquinamento delle acque del Tirreno. Relazionerà su:“Le novità in tema di diritto dell’ambiente” alla luce delle novità introdotte in materia di reati ambientali dalla legge 22 maggio 2015, n. 68

Il Capitano Massimo Planera è il Comandante del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri della Toscana. Si tratta di un reparto di alta specializzazione con competenza su 7 province della Toscana (Firenze, Arezzo, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia e Prato), alle dipendenze dirette del Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente di Roma. Relazionerà sul tema: “Le indagini in materia ambientale.

No comments

*