Ufficiale giudiziario al B&B, ma lo sfratto è stato rinviato

0

Letizia Tassinari – Sfratto rinviato di due settimane, per il B & B di via Leonardo da Vinci. La titolare del piccolo affitta camere avrà 15 giorni per traslocare, questo l’accordo trovato con l’ufficiale giudiziario, grazie alla mediazione degli attivisti della Brigata Antisfratto e di Unione Inquilini, presenti, come sempre ormai, con un nutrito picchetto.

Attimi di “turbolenze”, con la polizia e lo stesso commissario Lucio Chelotti dell’Anticrimine sul posto a garantire l’ordine pubblico, quando la sfrattata ha accusato un malore tanto che è dovuta intervenire un’ambulanza del 118.

Nella piccola struttura alberghiera in pieno centro a Viareggio e a due passi da piazza Piave, erano ospiti un anziano in sedia a rotelle, un nucleo familiare con un minore e due persone con l’obbligo di dimora che al momento non si sa dove andranno ad abitare.

Il”Bed and sleep Pier Claude”, che da anni lavorava ospitando persone a carico del comune, ha da sempre lamentato il mancato pagamento da parte dell’ente pubblico. E, a detta della titolare, la colpa dello sfratto per morosità è da addebitare a questo.

Il B & B, come si ricorderà, era finito agli onori della cronaca nel febbraio dello scorso anno, quando dopo un blitz dei carabinieri, nell’ambito di un’operazione di contrasto allo spaccio e alla immigrazione clandestina, furono arrestati sei pusher, tutti nordafricani, e venne sequestrato un chilo e mezzo di hashish, diverse dosi di cocaina, due coltelli ancora sporchi di sostanza stupefacente, un bliancino di precisione, una decina di cellulari con svariate sim e 3mila euro in contanti.  I sei, di cui uno risultato latitante e ricercato per una precedente condanna per spaccio e quattro clandestini non registrati nell’albergo – uno dormiva in un sottoscala –  alla vista dei militari, avevano anche tentato di disfarsi della “roba” e di fuggire.

No comments

*