Un Natale di controlli per la Polizia di Viareggio: indagate quattro persone

0

VIAREGGIO – Anche in occasione del week-end natalizio la Polizia di Viareggio ha assicurato assidui servizi di prevenzione finalizzati al contrasto e alla repressione dei reati nelle zone considerate a rischio, all’esito dei quali quattro persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria.

In particolare:

C.M. 23enne rumeno domiciliato in città, con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, in particolare furti su auto in sosta, furti di rame e furti in abitazione, è stato sottoposto a controllo in via XX settembre, nelle ore notturne, allorché alla vista della Volante ha tentato di dileguarsi non prima di aver gettato due oggetti sotto le auto in sosta con la presunzione di non essere notato dai poliziotti. Gli uomini del Commissariato però senza mai perdere di vista il soggetto, che si era dato alla fuga, sono riusciti ad acciuffarlo ed a recuperare ciò di cui si era liberato. Si trattava di un grosso cacciavite e di una torcia a batterie che, insieme ai guanti ancora indossati dal malfattore, costituiscono gli attrezzi del mestiere del perfetto topo d’auto. L’uomo è stato indagato per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e il materiale è stato posto sotto sequestro.
A seguito degli accertamenti effettuati dagli stessi operatori delle Forze dell’Ordine lo straniero è risultato anche essere inottemperante ad un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale emesso a suo carico per motivi di ordine pubblico. Pertanto è stato indagato anche in ordine a questo reato.

N.S. viareggino di 73 anni è stato indagato per danneggiamento aggravato e tentata invasione di terreni o edifici in concorso con altra persona ancora ignota.
L’uomo è stato sorpreso dagli uomini delle Volanti del Commissariato di Viareggio dopo aver occupato uno stabile adibito ad alloggio nei pressi della darsena ed ha dichiarato ai poliziotti di aver arbitrariamente forzato e danneggiato, insieme ad altra persona per l’identificazione della quale gli investigatori stanno conducendo le indagini, le due porte di ingresso dell’alloggio mostrando addirittura il cacciavite utilizzato.
L’attrezzo è stato sequestrato ed il responsabile del reato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

A.G. viareggino di 38 anni è stato indagato per il reato di furto ai danni della propria ex convivente. Approfittando della comprensione della donna che, dopo alcuni litigi e riappacificazioni, gli aveva permesso di dormire in casa, l’uomo, l’indomani mattina, ha lasciato l’appartamento non prima di aver rubato tutto l’oro custodito dalla ex compagna.
La cospicua quantità di oro derubata alla donna costituisce l’oggetto del reato per cui gli uomini del Commissariato di Viareggio stanno svolgendo le indagini volte al recupero e alla restituzione alla legittima proprietaria.

M.A. di 48 anni residente a Viareggio è stato indagato per omessa custodia delle armi.
L’uomo, in servizio di guardia particolare giurata, ha commesso nel tempo alcune infrazioni che gli sono costate il ritiro dell’autorizzazione a svolgere la mansione lavorativa ed il relativo porto d’armi.
Nel procedere al ritiro delle armi in dotazione del soggetto, gli uomini del Commissariato di Viareggio hanno potuto constatare che una delle pistole in sua custodia non era nel luogo dove ne era stato dichiarato il possesso.
La legge, in questi casi, prevede la denuncia a carico del responsabile, per omessa custodia delle armi, reato per il quale sarà chiamato a risponderne davanti l’Autorità Giudiziaria.

No comments

*