Una food forest a Pietrasanta

0

PIETRASANTA – Realizzare in un terreno comunale, oggi in abbandono, un bosco edibile che offra cioè frutta, ortaggi, erbe aromatiche, ma nutra anche lo spirito. È il progetto promosso da Rete per un Luogo Comune e dal Comune di Pietrasanta- Assessorato all’Ambiente, che sarà presentato ufficialmente venerdì 6 febbraio, ore 18, nel chiostro di Sant’Agostino.

“Il progetto “Un bosco che alimenta” – spiega l’assessore all’ambiente Italo Viti – punta non soltanto alla riqualificazione del luogo, ma anche al coinvolgimento della cittadinanza, e in particolare di quanti vivono nel quartiere interessato all’intervento”. Il terreno oggetto del food forest, individuato e messo a disposizione dall’amministrazione, si trova dietro la materna della Quadrellara ed è un ampio appezzamento sino ad ora inutilizzato dall’ente.

Il bosco sarà realizzato con la tecnica della permacoltura, o agricoltura permanente. Si tratta di un metodo basato sulla sostenibilità, sull’osservazione della natura e sulla capacità delle piante di auto-alimentarsi e di auto-regolarsi. Alberi da frutto e arbusti, erbe aromatiche e ortaggi, tuberi e rampicanti possono soddisfare ogni bisogno, alimentandosi a vicenda e offrendo al tempo stesso i loro frutti.

Nella permacoltura la biodiversità favorisce la salute delle piante, che sono disposte in modo da sfruttare al meglio l’irraggiamento solare, e vengono scelte in funzione della stagionalità: in ogni stagione c’è qualche pianta al culmine del suo vigore, mentre le foglie cadute delle une servono come nutrimento per le altre, e le radici delle diverse specie assorbono le sostanze nutrienti in modi differenti e a diverse profondità.

Sabato 7 febbraio si terrà una giornata formativa, a numero chiuso, presso il condominio Enrico Pea (in via Pea a Tonfano), mentre domenica 8 febbraio, dal mattino sino al primo pomeriggio, si procederà alla piantumazione di alberi ed essenze prescelte.

Al progetto collabora Stefano Soldati, agronomo e permacultore e, nei prossimi giorni, l’assessore Viti s’incontrerà con la scuola Quadrellara per il coinvolgimento dei piccoli nel progetto che sarà seguito da alcuni giornalisti, uno della rivista “Terra nuova” e uno inglese, di una rivista specializzata nel mondo della natura.

Il bosco edibile sarà quindi a disposizione della comunità. Vi saranno messe a dimora decine e decine di piante da frutto, erbe aromatiche e ricavate diverse porzioni di orto.

No comments

*